Rio 2016, Olimpiadi sempre più social

Accetta pagamenti in oltre 45 criptovalute
Rio 2016, Olimpiadi sempre più social
Rio 2016, Olimpiadi sempre più social
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook

Facebook, Google, Snapchat, Instagram: la vera sfida dei Giochi in tempo reale è la condivisione. Londra 2012, Filippo Magnini imprecava contro Twitter: ”Me ne vado, c’è troppa gente cattiva”. Mentre il Cio decideva se dare agli atleti la possibilità di condividere i ”loro” Giochi sui social. Allora gli sportivi la spuntarono e oggi quasi tutti – Magnini compreso – postano senza sosta la loro avventura (e gli amori) a Rio 2016. Benvenuti ai Giochi Olimpici più social che mai, quindi, con sportivi da tutto il mondo (quest’anno è l’esordio di Kosovo e Sud Sudan) pronti a gareggiare con gli occhi e i like addosso, anche in streaming.

LO SPECIALE Rio2016

A cominciare da Twitter e Facebook. Basterà seguire l’hashtag ufficiale #Rio2016 e le alternative #OlympicFlame e #RoadToRio per entrare nel flusso continuo degli aggiornamenti di giornalisti, pubblico, esperti, sostenitori che racconteranno con foto, video, riprese da droni, commenti e selfie le loro Olimpiadi. Al richiamo social risponde anche il network cinese Weibo (a metà tra Twitter e Facebook), che per l’occasione ha inaugurato un profilo Rio2016, naturalmente sotto sorveglianza del governo. Mentre per Snapchat si tratta della prima volta in assoluto: il canale dedicato svelerà i retroscena di atleti e allenatori, backstage dagli spogliatoi alle panchine, video nei pullman e negli alberghi durante gli spostamenti degli sportivi.

Google e Facebook sul podio. E’ facile immaginare che i due ”big” non avranno rivali. Tra pagine web e profili, gli utenti potranno trovare il calendario degli eventi, il medagliere, le informazioni degli atleti. Partecipando ovviamente con post di incoraggiamento e il tricolore stampato sul proprio volto, o andando in diretta con Live mentre si ‘indossa’ la maschera con i colori della propria bandiera sull’app MSQRD. Oltre al fatto che basterà cliccare lo speciale “saluto” mattutino di Facebook per seguire il feed personalizzato con post e live dedicati.

Sul motore di ricerca di Big G si potranno invece avere aggiornamenti in tempo reale digitando, ad esempio, semplici frasi come ”Nuoto Rio 2016” o ”Ginnastica artistica Rio 2016”. Stessi risultati su smartphone promessi dall’app The Olympics, anche se i primi commenti nell’app store non sono entusiastici. Come alternativa ci sono Rio 2016 e molte altre più mirate per le varie discipline sportive. E se Google Maps ha l’ovvio compito di guidare alla scoperta dei luoghi simbolo di Rio de Janeiro, Street View svela i dettagli del villaggio olimpico a 360°. Mentre YouTube conta sul contributo di 15 tra i ‘creator’ più famosi inviati in Brasile per far respirare l’atmosfera dei Giochi attraverso live streaming da dispositivi mobili.

Non è da meno Instagram che solo pochi giorni fa ha lanciato Stories dando la posibilità ad atleti e appassionati di raccontare i momenti clou dei Giochi, personalizzando foto e video con filtri, stickers e messaggi stile Snapchat.

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.