Creato un acceleratore di particelle per la collisione dei muoni

Amicizia ed Incontri in Web Cam

Creato un acceleratore di particelle per la collisione dei muoni
Creato un acceleratore di particelle per la collisione dei muoni
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me

Fatto un passo avanti per la creazione di acceleratori di particelle di nuova generazione. Un acceleratore di particelle è una macchina il cui scopo è quello di produrre fasci di ioni o particelle subatomiche, tra le quali elettroni, positroni, protoni, e antiprotoni, con “elevata” energia cinetica. Recentemente, gli scienziati hanno dimostrato una tecnologia chiave per la creazione di acceleratore di particelle di prossima generazione.

Finora, le particelle accelerate sono state protoni, elettroni e ioni, in fasci concentrati. Tuttavia, un team internazionale chiamato Muon Ionization Cooling Experiment (MICE), sta cercando di creare un fascio di muoni. I muoni sono particelle come gli elettroni, ma con una massa di gran lunga maggiore. Ciò significa che potrebbero essere utilizzati per creare raggi con un’energia dieci volte maggiore.

Fatto un passo avanti per la creazione di acceleratori di particelle di nuova generazioneRecentemente, il team ha annunciato di aver condotto un passaggio cruciale nella creazione di un raggio di questo tipo: la riduzione dei muoni in un volume abbastanza piccolo da rendere più probabili le collisioni. “L’entusiasmo, la dedizione e il duro lavoro della collaborazione internazionale e l’eccezionale supporto del personale di laboratorio del Science and Technology Facilities Council e degli istituti di tutto il mondo hanno reso possibile questa svolta rivoluzionaria“, afferma il professor Ken Long del Dipartimento di Fisica dell’Imperial.

Un acceleratore lineare di protoni capace di creare bosoni di Higgs dovrebbe essere lungo dai 10 ai 20 chilometri. Tuttavia, se l’acceleratore utilizzasse i muoni e fosse circolare basterebbe un anello di “soli” 300 metri, una lunghezza sensibilmente inferiore. “MICE ha dimostrato un modo completamente nuovo di spremere un fascio di particelle in un volume più piccolo. Questa tecnica è necessaria per rendere un acceleratore di muoni di successo, che potrebbe superare persino il Large Hadron Collider“, afferma infine Chris Rogers del Science and Technology Facilities Council.

FONTE: phys.org

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.