Il bambino più intelligente del Mondo si laurea a 9 anni

Amicizia ed Incontri in Web Cam

Il bambino più intelligente del Mondo si laurea a 9 anni
Il bambino più intelligente del Mondo si laurea a 9 anni
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

“Il cielo è il limite per Laurent alla TU/e”

Brillano di orgoglio, i genitori del bambino prodigio di nove anni Laurent Simons. È venuto a studiare alla TU/e all’inizio del 2019 e spera di completare la sua laurea in ingegneria elettrica a dicembre. Nel periodo intermedio, ha perso il cuore per TU/e e lo trova “davvero divertente” qui. Laurent pensa prima di parlare, mantiene le risposte brevi e cerca prima un contatto visivo con suo padre Alexander e sua madre Lydia. I suoi genitori rispondono alle nostre domande più rapidamente e alla lunga: perché Laurent ha scelto di studiare qui alla TU/e, come è stato in grado di soddisfare i requisiti di ammissione? E quale sarà il prossimo?

Padre Alexander Simons: “Nel giugno 2018 Laurent ha completato la sua scuola pre-universitaria (che includeva greco e latino) ad Amsterdam e successivamente ha trascorso una lunga vacanza estiva. Uno studio medico o di ingegneria sarebbe stato il suo prossimo passo. Abbiamo visitato molte università in tutta Europa, dalla Norvegia alla Spagna, ma non credo che sarebbe appropriato nominare i nomi. Avrebbe potuto andare ovunque, ma una volta incontrato il professore Peter Baltus, che probabilmente sarebbe diventato il suo mentore, e il decano Bart Smolders, Laurent si sentì molto a suo agio a Eindhoven. A Natale aveva messo gli occhi sul suo obiettivo: studiare ingegneria elettrica alla TU / e. La distanza non è affatto un problema. Ora guidiamo da casa nostra ad Amsterdam a Eindhoven quasi tutti i giorni della settimana. Saremo anche pronti a trasferirci in un altro paese. E, in effetti, cambieremo casa; da gennaio stiamo ristrutturando una casa in Belgio, ad Anversa. ”
Laurent con il suo amico Sammy
Laurent con il suo amico Sammy

Ingegneria

L’interesse di Laurent per un programma medico non fu una sorpresa per i suoi genitori. “Nella nostra famiglia il 95 percento di noi sono medici”, afferma il dentista, che insieme a sua moglie gestisce uno studio ad Amsterdam – (solo un giorno alla settimana nelle circostanze attuali. “Ma la sua scelta di uno studio di ingegneria ci ha sorpreso. Fu solo per caso che Laurent scoprì che questo è qualcosa che gli piace. È successo mentre stava frequentando un corso di informatica – tenuto appositamente per lui – al liceo. Gli piaceva molto anche la matematica e la fisica, e l’ingegneria elettrica è molto ampia, apre le porte in ogni direzione, continua nel respiro successivo. “Ah! Da ora in poi puoi aiutarci con le nostre attività di reclutamento”, scherza Sjoerd Hulshof, che nel suo ruolo di direttore del programma del Bachelor di EE si è unito alla conversazione.

Click

Siamo nell’ufficio di Peter Baltus, mentore di Laurent. “Sono stato contento dell’idea di essere il mentore di Laurent non appena me l’hanno chiesto. Supervisionare un bambino è un’esperienza nuova e speciale “, afferma il professor Baltus, che lui stesso non ha figli. “È scattato tra me e Laurent. Abbiamo un interesse condiviso e condividiamo lo stesso senso dell’umorismo. ”Entrambi hanno una predilezione per un approccio scientifico e soluzioni pratiche. Le prove sono sul tavolo: un banco di missaggio e un set di microfoni. Questo è il lavoro di Baltus, progettato per porre fine alla scarsa qualità del suono delle chiamate in conferenza. “Il suono schifoso mi ha infastidito. Ho deciso che il costo di un buon sistema non era nulla rispetto al tempo perso. Con il budget che ho vinto con un premio per l’insegnamento e i vecchi oratori dei miei genitori, ho messo insieme questo sistema una domenica. Ho fatto alcuni buchi nella scrivania e ho finito. Le prime volte che ci siamo incontrati, Laurent non ha potuto distogliere lo sguardo. Rendere le cose per il puro divertimento è qualcos’altro che entrambi amiamo.

Peter Baltus (left) and Sjoerd Hulshof . Photo | Norbine Schalij
Peter Baltus (left) and Sjoerd Hulshof . Photo | Norbine Schalij

Programma su misura

Il Bachelor College, introdotto nel 2012, forma l ‘”ingegnere del futuro” in grado di collaborare in team interdisciplinari alla ricerca di soluzioni. Alla TU / e Laurent sta seguendo un programma speciale di corsi ideato da EE e approvato dal Comitato Esame. Il suo BEP è sull’elettronica, per coincidenza la specializzazione del mentore Baltus, ma avrebbe potuto altrettanto facilmente scegliere una disciplina diversa. È stato in grado di completare il suo programma a un ritmo accelerato.

Laurent watches video lectures in the car. Photo | Instagramaccount Laurent Simons
Laurent watches video lectures in the car. Photo | Instagramaccount Laurent Simons

“Laurent non ha bisogno di prendere nove settimane di lezioni per un corso”, afferma Sjoerd Hulshof. “Ha seguito trentaquattro corsi, molti dei quali in una settimana. Un lunedì avrebbe avuto un incontro introduttivo con il docente del corso competente e il giovedì ci sarebbe stata l’opportunità di ricevere un feedback. Nei giorni successivi studiava molto a casa e svolgeva incarichi. Il componente pratico, nei laboratori fisici o negli incarichi MatLab, è stato distribuito in un paio di settimane. Laurent ha usato i viaggi in auto per guardare lezioni video. Quando il docente pensava di essere pronto per l’esame, poteva farcela, con il nostro segretario Margot che fungeva da invigilatore. ”Il ragazzo di nove anni non ha avuto contatti con i suoi compagni; sia lui che i suoi genitori lo hanno trovato preferibile. Per il lavoro di gruppo e i corsi USE, il direttore del programma ha cercato un’alternativa. “Ci siamo assicurati che gli venisse assegnato un compito diverso con il quale poteva raggiungere gli stessi obiettivi di apprendimento. Chiediamo al comitato d’esame di concedergli un’esenzione per gli obiettivi di collaborazione “, afferma Hulshof.

Il bambino di nove anni non ha avuto contatti con i suoi compagni di studi; sia lui che i suoi genitori lo hanno trovato preferibile. Per il lavoro di gruppo e i corsi USE, il direttore del programma ha cercato un’alternativa. “Ci siamo assicurati che gli venisse assegnato un compito diverso con il quale poteva raggiungere gli stessi obiettivi di apprendimento. Chiediamo al comitato d’esame di concedergli un’esenzione per gli obiettivi di collaborazione “, afferma Hulshof.

Sammy

Nessuna vita da studente per Laurent, invece un adorabile cane guida. Sammy, un pastore tedesco di nove settimane, gironzola nell’ufficio del professor Baltus. Il piano è che Sammy starà al fianco di Laurent come sua protettrice, una volta che sarà un po ‘più grande. I genitori di Laurent non possono passare tutta la vita ad accompagnare Laurent ai suoi incontri. L’idea attuale è che Laurent farà un dottorato di ricerca congiuntamente alla TU/e in un’università americana, non sono stati ancora presi accordi concreti al riguardo.

Qual è il suo sogno? Laurent: “Estensione della vita”. “Realizzare organi artificiali”, spiega. Sua madre ride che preferirebbe creare un cuore intero, non solo una valvola cardiaca, prima di parlare dei propri sogni di genitori. “Vogliamo che sia felice. Essere in grado di svilupparsi. È un vero ricercatore. Speriamo che non dovrà mai trovare un lavoro perché ha bisogno di uno stipendio, ma invece può realizzare il suo sogno. ”Il sogno è lì, quello che stanno cercando è il modo di realizzarlo.

Laurent with his parents Lydia and Alexander and his dog Sammy. Photo | Norbine Schalij
Laurent with his parents Lydia and Alexander and his dog Sammy. Photo | Norbine Schalij

L’attenzione dei media

Qualcosa che potrebbe aiutare con questa ricerca è l’attenzione dei media. Laurent e i suoi genitori non vedono molti svantaggi. Mantengono i contatti di Laurent con i media e gestiscono il suo account Instagram. “Ha oltre 36.000 follower! Non è fantastico ”, dice la madre Lydia. Suo padre: “Laurent è orgoglioso delle sue capacità, proprio come un atleta è orgoglioso dei suoi successi. Quest’anno lo abbiamo lasciato studiare qui in completa tranquillità, ma ora ha quasi finito, quindi sono stato in contatto con l’agenzia di stampa belga Mediahuis e DPG Media e ho detto loro ‘Se vuoi parlargli mentre è ancora uno studente , dovrai essere veloce ‘. “Questo non è caduto nel vuoto: Laurent è recentemente apparso su e su tutti i tipi di media, sia nazionali che internazionali.

L’attenzione dei media apre le porte che i suoi genitori vogliono vedere aperti. “Stiamo ricevendo tutti i tipi di offerte dalle università, ma come in precedenza, non stiamo nominando alcun nome”. La pubblicità ha i suoi aspetti meno piacevoli, come commenti sgradevoli, ma questi non fanno vedere a Laurent.

Com’è Laurent come persona? Una domanda posta a più persone e le risposte tornano rapidamente quanto diverse. Madre Lydia: “Testarda”. Sjoerd Hulshof: “Modesto”. Lydia: “Abbiamo tre regole a casa. Laurent va a dormire in orario, è educato e mangia ciò che gli viene servito. “Hulshof:” Nella mia esperienza Laurent è modesto. Quando inizialmente ci fu un piccolo errore in un manuale, chiese educatamente se non avrebbe dovuto essere formulato diversamente. Ha scoperto più errori, ma li sottolinea sempre bene. “Padre Alexander:” Laurent è così speciale, per lui il cielo è il limite, sicuramente qui a TU/e. La comunità qui è internazionale e non esiste una mentalità ristretta. Questa università è anche molto apprezzata in tutto il mondo. Non ho mai bisogno di scrivere il nome, e questo dice qualcosa. ”

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.