Riciclati mezzo miliardo in bitcoin sul mercato nero digitale

Amicizia ed Incontri in Web Cam

Riciclati mezzo miliardo in bitcoin sul mercato nero digitale
Riciclati mezzo miliardo in bitcoin sul mercato nero digitale
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me

Ha riciclato 300 milioni di denaro sporco in Bitcoin, arrestato. Helix, la darknet per il riciclaggio via Bitcoin. Un 36enne residente nell’Ohio è stato arrestato per aver gestito un sistema dedicato al riciclaggio di denaro sporco facendo leva sulla criptovaluta. Larry Harmon, 36enne di Akron (Ohio), è finito in manette con l’accusa di aver gestito una darknet dedita al riciclaggio di denaro sporco proveniente da attività come narcotraffico e truffe condotte in tutto il mondo. Helix, questo il nome del servizio, sarebbe rimasto operativo dal 2014 al 2017, ripulendo complessivamente circa 300 milioni di dollari attraverso operazioni effettuate con l’impiego di Bitcoin.

Riciclaggio denaro e Bitcoin: il caso HelixRiciclaggio denaro e Bitcoin: il caso Helix

Stando a quanto rivelato in una nota diffusa dal Dipartimento di Giustizia statunitense, gli agenti federali hanno individuato legami con il marketplace AlphaBay chiuso ormai quasi tre anni fa. Una partnership strutturata in modo di offrire le prestazioni di Helix ai clienti di questo mercato nero digitale, anche attraverso una vera e propria campagna di advertising lanciata sul motore di ricerca Grams accessibile via Tor. Secondo gli inquirenti Harmon avrebbe controllato anche questa piattaforma.

Non è dato a sapere quale sarà l’entità della pena inflitta se l’imputato verrà giudicato colpevole. I capi di imputazione sono ad ogni modo seri: tra questi riciclaggio di denaro e condotta di un business per la movimentazione di fondi senza licenza. L’operazione è stata condotta in partnership con le autorità del Belize.

Così facendo gli Stati Uniti intendono mandare un segnale forte a coloro intenzionati a far leva sull’anonimato che caratterizza le transazioni di alcune criptovalute come Bitcoin per traffici illeciti. Su queste stesse pagine abbiamo scritto nei mesi scorsi di come nel Dark Web stia prendendo piede un nuovo preoccupante fenomeno: la vendita di denaro sporco da acquistare a prezzo ridotto (fino a un decimo del valore) mettendo mano al portafogli virtuale.

Fonte: Department of Justice
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.