Documenti della Provincia di Caserta crittografati virus informatico

Amicizia ed Incontri in Web Cam

Documenti della Provincia di Caserta crittografati virus informatico
Documenti della Provincia di Caserta crittografati virus informatico
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

Provincia di Caserta sotto attacco hacker, un Trojan ‘paralizza’ gli uffici. Pc inutilizzabili per l’infezione di un ransomware: file e documenti ‘sequestrati’ per una richiesta di riscattoProvincia sotto attacco hacker, un Trojan ‘paralizza’ gli uffici.

Computer fuori uso, rete internet disconnessa, archivi di documenti compromessi e migliaia di file cancellati o resi inutilizzabili. E’ un bilancio pesante quello dell’attacco hacker che ha preso di mira la sede della Provincia di Caserta, nell’area ex-Saint Gobain.

Al momento tutte le attività informatiche sono bloccate e ci vorranno diverse ore per valutare sia i tempi di ripristino che la misura dei danni effettivamente causati al sistema. All’apertura degli uffici, questa mattina, i dipendenti hanno trovato i propri documenti digitali criptati ed inutilizzabili a causa di quello che dai primi elementi sembra un classico quanto efficace e massivo attacco “ransomware”, come lo chiamano gli esperti.

Con la parola ransomware viene indicata una classe di “malware”, per facilità chiamiamoli virus informatici,  che rende inaccessibili i dati dei computer infettati e chiede il pagamento di un riscatto, in inglese “ransom”, per ripristinarli. Tecnicamente sono “Trojan horse” crittografici ed hanno come unico scopo l’estorsione di denaro, attraverso un “sequestro di file”, una cifratura che, in pratica, rende il pc inutilizzabile. Dopo qualche ora dall’attacco solitamente gli hacker chiedono una somma di denaro da versare in Bitcoin, l’ormai famosa moneta virtuale non tracciabile, per ottenere in cambio una password che, a loro dire, ripristina tutti i file originali.

La particolarità dell’attacco hacker di questa notte è che questo tipo di virus ha come obiettivo società private, aziende e professionisti e molto più raramente enti pubblici che, difficilmente, hanno la possibilità e la volontà di cedere ad una richiesta di riscatto del genere.

Intanto negli uffici della Provincia è stata convocata d’urgenza una riunione del Comitato di Direzione, al fine di valutare le azioni da porre in essere per ridurre il più possibile i disagi dovuti alla “paralisi” informatica causata dall’attacco.

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.