La presidenza Finlandese propone uno stablecoin Europeo

Amicizia ed Incontri in Web Cam

La presidenza Finlandese propone uno stablecoin Europeo
La presidenza Finlandese propone uno stablecoin Europeo
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

C’è una proposta per creare una criptovaluta europea. La proposta di una moneta elettronica europea sostenuta dalla Bce è avanzata dalla presidenza finlandese dell’Unione europea.

Oltre alle critiche e alle polemiche, uno dei principali effetti generati dal progetto Libra è stato quello di aver accelerato una corsa allo sviluppo di criptovalute. Ultima in ordine di tempo sarebbe la proposta di creare una moneta elettronica europea, argomento che verrà affrontato dai ministri dell’Economia e delle finanze dei Paesi Ue in programma in questi giorni a Bruxelles.

Secondo quanto riportato da Reuters in discussione ci potrebbe anche essere una bozza di proposta, avanzata dalla presidenza finlandese Ue, in cui si dice che “la Bce e altre banche centrali dell’Ue potrebbero esplorare le opportunità e le sfide dell’emissione di valute digitali da parte delle banche centrali, anche prendendo in considerazione misure concrete in questa direzione”.

(Foto: Chesnot/Getty Images)
(Foto: Chesnot/Getty Images)

In questa prospettiva un ruolo centrale sarebbe quindi giocato dalla Banca centrale europea, incaricata di garantire le transazioni di denaro elettronico degli utenti senza bisogno di altri intermediari finanziari. Ad ogni modo tutto resta per ora ancora un’ipotesi, e da quanto si apprende da Il Sole 24 Oresembra che per il momento la nascita di una criptovaluta pubblica europea sostenuta dalla Bce possa essere accantonata.

Ciò che è certo, però, è che il Consiglio di Economia e finanza avrà al centro delle discussioni la necessità di definire un quadro normativo e regolamentare a livello europeo per lo sviluppo e la gestione delle monete elettroniche, facendo così seguito anche alle richieste avanzate dai Paesi del G7 nei confronti di Libra.

E del resto questa è sempre stata anche la posizione dell’Unione europea rispetto al progetto Libra, che in Europa ha visto fin da subito l’opposizione netta di Paesi come la Francia e la Germania, pronti a bloccare ogni circolazione e utilizzo della moneta di Facebook in mancanza di una normativa comunitaria.

Insomma, oltre alle indagini dell’antitrust, l’eventuale proposta di una criptovaluta pubblica europea è un’altra contromisura al vaglio delle istituzioni comunitarie per arginare il potere di Libra. E in questa scelta l’Europa sembrerebbe voler seguire le orme della Cina, che avanza sempre più spedita verso la creazione di una moneta elettronica di stato supportata dalla banca centrale.

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.