Batterie ai metalli ad alta densità più economiche e capaci

Vinci tutto supernealotto e giochi Sisal

Batterie ai metalli ad alta densità più economiche e capaci
Batterie ai metalli ad alta densità più economiche e capaci
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

IBM studia nuove batterie, più sicure e sostenibili grazie all’acqua marina. Le nuove batterie, in fase di ricerca e sviluppo, sono più sicure e più efficienti e possono essere realizzate a costi inferiori. Non richiedono metalli pesanti.

La proliferazione di dispositivi personali che ha bisogno di energia elettrica per poter funzionare, e l’arrivo delle vetture con alimentazione elettrica, sta facendo impennare come prevedibile la domanda per le batterie. Attualmente la tecnologia che va per la maggiore è quella litio-ione, che richiede materiali grezzi il cui approvvigionamento porta qualche problema.

Oltre al litio le batterie di oggi hanno bisogno di altri metalli pesanti come cobalto, nickel e manganese: sono tutti elementi che sono raccolti ed estratti spesso in condizioni difficili per i lavoratori (con anche episodi di abusi e sfruttamento) e con pratiche poco sostenibili per l’ambiente.

Una possibile risposta a questo problema giunge dagli scienziati di IBM Research che, affidandosi anche all’intelligenza artificiale, hanno ideato un nuovo tipo di batteria i cui elementi grezzi possono essere facilmente ricavati dall’acqua del mare con positivi impatti sulla sostenibilità e sui costi di produzione.

Il nuovo modello di batteria non richiede cobalto e nickel per il catodo e fa uso di un nuovo elettrolita allo stato liquido caratterizzato inoltre da un elevato punto di fiamma che rende la batteria più sicura. Non solo, la composizione sembra inoltre limitare la crescita dei dendriti di litio, le famigerate strutture aghiformi che possono formarsi nelle batterie litio ione ed essere causa di cortocircuiti interni con esiti talvolta anche gravi.

I benefici non si fermano qui: i ricercatori sono convinti che la nuova batteria a confronto con le attuali litio-ione possa avere una maggior densità di energia, una maggior densità di potenza, la possibilità di ricaricarsi dell’80% della capacità in appena cinque minuti e sarebbero più efficienti e più economiche da produrre, il che può voler dire un costo d’acquisto inferiore per i dispositivi elettronici e per i veicoli elettrici.

Si tratta di stime basate dopo i primi risultati sperimentali, ma IBM Research sta già collaborando con Mercedes Benz per approfondire ulteriormente o sviluppo della tecnologia. IBM è stata volutamente generica sui materiali usati nella nuova batteria, verosimilmente per proteggere un vantaggio competitivo. I dettagli sono disponibili sul blog ufficiale di IBM.

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.