Simulazioni di attacchi informatici per difendersi dai crypto ransonware

Amicizia ed Incontri in Web Cam

Simulazioni di attacchi informatici per difendersi dai crypto ransonware
Simulazioni di attacchi informatici per difendersi dai crypto ransonware
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

La Finlandia si prepara agli attacchi informatici con simulazioni di crypto ransomware. Il Population Register Centre della Finlandia sta coordinando un attacco ransomware simulato su più di 200 città finlandesi e pubbliche organizzazioni.

La simulazione di possibili attacchi informatici, come riportato da Yle, la radiotelevisione di Stato finlandese, permetterà alla città e alle organizzazioni aderenti di riuscire ad individuare, rispondere e risolvere eventuali cyber attacchi.

Come parte dell’operazione, circa 235 organizzazioni pubbliche hanno dovuto affrontare un gruppo di hacker che minacciavano di lanciare attacchi informatici a meno che, entro una certa data, non venisse pagata una quota di riscatto in Bitcoin (BTC).

L’obiettivo dell’esercizio, hanno riferito gli organizzatori, è quello di rafforzare le capacità delle città e delle organizzazioni nel momento in cui dovranno gestire un attacco informatico, nella speranza che riescano a contrastare gli hacker in maniera veloce ed efficiente. Il Population Register Centre, che opera sotto il Ministero delle Finanze, ha già organizzato due giornate di prova e ne prevede una terza per la prossima settimana.

Il crypto-ransomware resta l’attacco informatico più rilevante

Recentemente l’Europol ha reso pubblico il rapporto dell’anno 2019 sull’Internet Organized Crime Threat Assessment (IOCTA), dipingendo un quadro alquanto problematico. Il crypto-ransomware è ad oggi il cyber attacco di gran lunga più popolare, e pertanto quello a cui i ricercatori europei sul crimine informatico dovrebbero porre maggiore attenzione. A tal proposito, l’Europol ha dichiarato:

“La lotta al crimine informatico riguarda tanto le sue forme attuali quanto i suoi sviluppi futuri. Le nuove minacce non derivano solo dalle nuove tecnologie, ma, come spesso dimostrato, provengono da vulnerabilità note nelle tecnologie esistenti.”

Attacchi ransomware in aumento del 118%

Ad agosto, la società di cybersecurity McAfee Labs ha pubblicato un rapporto in cui segnala un aumento significativo degli attacchi ransomware nel primo trimestre del 2019. Uno di questi attacchi ha utilizzato un nuovo tipo di ransomware, denominato Ryuk che, lanciato nei primi mesi di quest’anno, ha persino interrotto la stampa di alcuni giornali statunitensi.

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.