Messe online e-mails e conversazioni di politici tedeschi

Amicizia ed Incontri in Web Cam

Messe online e-mails e conversazioni di politici tedeschi
Messe online e-mails e conversazioni di politici tedeschi
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

Germania: hackerati dati sensibili di centinaia di politici, inclusa Merkel. Nomi eccellenti nell’attacco informatico, tra cui la cancelliera e il presidente. Le informazioni sono state diffuse su Twitter.

E’ il più grande ‘leak’ della storia, il più grave caso di furto e pubblicazione di dati mai avvenuto in Germania. Centinaia di politici, giornalisti, musicisti – tra le vittime ci sarebbero anche la cancelliera tedesca Angela Merkel,  il presidente della Repubblica Frank-Walter Steinmeier e il comico Jan Boehmermann – sono stati hackerati e i loro scambi di mail, le loro chat, i dati personali e finanziari, i numeri di telefono e gli indirizzi privati, persino le foto delle vacanze sono stati diffusi su Twitter.

Secondo l’emittente Rbb, che per prima si è accorta del mostruoso furto di dati, la Cdu è il partito più colpito: sono 405 i parlamentari e politici finiti sotto attacco. Seguono la Spd (294), i Verdi (105), la Linke (82) e la Fdp (28). L’unica forza politica che manca all’appello è la destra populista Afd. E forse non è un caso.attacco-hacker-germania-

Uno dei politici più colpiti è invece il leader dei Verdi, Robert Habeck: gli hacker avrebbero diffuso persino le conversazioni private con la sua famiglia. Ma tra le vittime c’è anche uno dei personaggi più odiati dalla destra: Juergen Resch, il capo della Umwelthilfe, della Protezione ambientale, che sta vincendo un processo dopo l’altro nella sua battaglia per imporre i divieti per il diesel nelle città.

I servizi segreti interni, il Verfassungsschutz, stanno indagano da giovedì sera e secondo alcuni media come Bild nell’operazione ci sarebbe lo zampino della Russia o della Cina. Il taboid ipotizza persino una collaborazione tra la Russia e gruppi di estrema destra tedeschi. Dalle prime indagini risulterebbe che gli hacker abbiano rubato le password ai politici e ai giornalisti hackerando Outlook, il programma mail di Microsoft e tentando poi di accedere anche ai loro profili social, ai loro conti e ad altri programmi con le stesse password.

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.