Come verificare se un call center è iscritto al ROC

Accetta pagamenti in oltre 45 criptovalute
Come verificare se un call center è iscritto al ROC
Come verificare se un call center è iscritto al ROC
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook

Da AGCOM ecco lo strumento per individuare i call center molesti. Lo strumento proposto da AGCOM serve per verificare l’attendibilità di un call center, soprattutto durante la conversazione, ed evitare eventuali truffe.

Quando riceviamo una chiamata da un numero sconosciuto c’è sempre il terrore che sia un call center. Certo, a volte propongono delle iniziative interessanti e offerte irrinunciabili, ma è altrettanto vero che altre volte sono solo una scocciatura. E ci sono anche quei call center non proprio ufficiali che puntano solo a raccogliere dati o informazioni, ed altri ancora che vogliono truffarvi. Proprio per evitare questi problemi l’AGCOM ha rilasciato un interessantissimo strumento.

Il tool (accessibile a questo indirizzo) consente di verificare se il numero telefonico che vi sta chiamando, o con cui siete già in contatto, è ufficialmente registrato al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC). L’utente può così consultarlo prima di rispondere alla chiamata oppure per verificare se l’offerta che viene proposta è vera o mira esclusivamente a imbrogliarlo. Lo strumento di AGCOM è quindi ottimo nel caso di verifica, ma non dà troppe informazioni.

Ad esempio non informa della tipologia di comunicazione di cui si occupa il numero, quindi sarà necessario comunque rispondere alla chiamata se si vuole capire qual è la motivazione della stessa. Lo strumento di AGCOM non offre inoltre qualcosa di estremamente rivoluzionario: ad oggi sono tanti i servizi che, sulla base dei commenti degli utenti, fanno capire se un numero specifico appartiene ad un call center che propone pubblicità aggressiva, o se invece è affidabile.

La pagina web di AGCOM offre però un database ufficiale, e non si basa semplicemente su commenti degli utenti che a prescindere bollano come fraudolento qualsiasi cosa che possa dare fastidio. C’è parecchio lavoro “manuale” da fare, però, come inserire il numero di telefono nello spazio apposito e, se il numero non è presente nei database di AGCOM, inserirlo nella “blacklist” del proprio terminale per non essere più infastidito dallo stesso.

È comunque un inizio, e un metodo comunque efficace – soprattutto per l’utente più avanzato, e rapido – per evitare eventuali truffe telefoniche.

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.