Software @ Management - Assistenza Tecnica e Corsi
Informatica ed Internet. Grafica per la stampa ed il web.
Creazione ed Aggiornamento siti web. Campagne MMM SEM SEO!

Un computer per ‘leggere’ nella mente dei pazienti paralizzati

Un computer per 'leggere' nella mente dei pazienti paralizzati
Un computer per 'leggere' nella mente dei pazienti paralizzati
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/un-computer-per-leggere-nella-mente-dei-pazienti-paralizzati/

Un sistema computerizzato che comunica con il cervello per decifrare i pensieri di una paziente paralizzata, permettendole di comunicare con l’esterno senza bisogno di utilizzare i sistemi di codifica dei movimenti oculari.

LA DEFINIZIONE medica è “locked-in”, ossia “chiuso dentro”. Una sentenza che condanna a vivere, per l’appunto, chiusi all’interno del proprio corpo, come in una cella di massimo isolamento, senza avere alcuna possibilità di comunicare con il mondo esterno. È la condizione in cui versano molti dei pazienti affetti, per esempio, da malattie neurologiche come sclerosi multipla o sclerosi laterale amiotrofica o da paralisi altamente invalidanti. Un buio su cui la scienza potrebbe aver gettato la luce: un’équipe di scienziati del Brain Center of University Medical Center di Utrecht, in Olanda, è infatti riuscita a mettere a punto un’interfaccia computerizzata in grado di analizzare e decodificare le onde cerebrali di una paziente colpita da sclerosi laterale amiotrofica, rendendola in grado di comunicare con l’esterno senza ricorrere a sistemi più tradizionali, come quelli che si basano sulla lettura dei movimenti degli occhi. I dettagli della scoperta sono stati presentati nel corso del convegno annuale della Society of Neuroscience appena concluso a San Diego, in California.

La paziente 0. La paziente, una donna cinquantottenne che ha chiesto di rimanere anonima, si dice particolarmente entusiasta di essere stata la prima persona al mondo a essere sottoposta al trattamento. La donna aveva ricevuto la diagnosi di sclerosi laterale amiotrofica nel 2008: nel corso degli anni, la malattia ha devastato il suo sistema nervoso, rendendola progressivamente incapace di muoversi e respirare e infine segregandola nella terribile condizione di “locked-in”. La sua unica finestra di comunicazione con il mondo esterno, prima dell’applicazione dell’interfaccia computerizzata, era una telecamera che ne leggeva i movimenti oculari e li trasformava in lettere e parole. Un sistema che sarebbe diventato purtroppo inservibile con il decorso della malattia, che prima o poi avrebbe reso la donna incapace di muovere le pupille degli occhi.

Un sistema computerizzato per ‘leggere’ nella mente dei pazienti paralizzati

La tecnologia. La tecnologia messa a punto dall’équipe olandese, coordinata da Nick Ramsey, funziona in modo completamente diverso. Sulla superficie del cervello della donna, appena sotto il cranio, sono stati impiantati due elettrodi in grado di registrare l’attività cerebrale, uno in corrispondenza della regione che controlla il movimento della mano destra e l’altro in corrispondenza della regione attivata quando si conta. Il segnale raccolto viene quindi inviato, tramite un filo, a un minuscolo dispositivo impiantato nel torace della paziente, simile a un pacemaker: tale dispositivo, a sua volta, invia i dati in modalità wireless a un computer esterno, che li interpreta e li traduce, per esempio, in lettere e parole. Ma non solo: tramite il sistema la donna, dopo lunghe e intense fasi di allenamento, è addirittura riuscita a giocare a semplici videogiochi come Pong.

Paraplegici ritrovano l’uso della mano con la robotica

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/un-computer-per-leggere-nella-mente-dei-pazienti-paralizzati/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Shop @ Magiko - Vendita online di Articoli Esoterici e Magici. Ritualistica e Festival Anno Magico!