Strage Orlando: hackerati profili pro-Isis su Twitter

Strage Orlando: hackerati profili pro-Isis su Twitter
epa05311531 An activist of the lesbian, gay, bisexual and transgender (LGBT) movement named 'Sister Dominique' in front of a rainbow flag during an event held in front of the state parliament in Potsdam, Germany, 17 May 2016. The rainbow flag is flying in front of the Brandenburg state parliament on the same day. The flag has been popularised worldwide as a symbol of the LGBT movement. EPA/RALF HIRSCHBERGER
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/strage-orlando-hackerati-profili-pro-isis-su-twitter/

Contenuto jihadista è stato sostituito dalla bandiera arcobaleno. Alcuni account di Twitter riconducibili a sostenitori dell’Isis sono stati hackerati dopo la strage di Orlando. Nelle pagine violate il contenuto jihadista è stato sostituito dalla bandiera arcobaleno, da messaggi sul gay pride e anche da link a pornografia gay. Lo riporta l’edizione europea di Newsweek, l’hacker sarebbe legato al collettivo Anonymous, il suo nome in codice è WauchulaGhost, in passato ha già violato altri account legati all’Isis.

“L’ho fatto per le vittime di Orlando, l’uccisione di innocenti non è tollerabile. Voglio solo dire che non stiamo usando pornografia per offendere i musulmani, le nostre azioni sono dirette a estremisti jihadisti. Molti dei nostri attivisti sono musulmani e rispettiamo tutte le religioni che non uccidono vite innocenti”, dice l’hacker al magazine, sostenendo di aver violato più di 200 account Twitter appartenenti a sostenitori Isis, alcuni di questi nel frattempo sono stati chiusi.

Twitter ha affermato di aver chiuso, dal 2015, più di 125mila profili che promuovevano l’estremismo.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/strage-orlando-hackerati-profili-pro-isis-su-twitter/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*