Condannato falso medico che vendeva l’elisir di lunga vita

Vinci tutto supernealotto e giochi Sisal

Condannato falso medico che vendeva l'elisir di lunga vita
Condannato falso medico che vendeva l'elisir di lunga vita
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

La dieta di Panzironi condannata dal Tar del Lazio: “È pericolosa per la salute”. Il guru prometteva di allungare la vita fino a 120 anni. Secondo l’Agcom venivano inviati messaggi dannosi: da qui la multa di 264 mila euro. Poi il ricorso dell’emittente televisiva. Solo ora la sentenza del Tar.

Da tempo accusato di essere un falso medico, ora viene bocciato dal Tar del Lazio anche il suo elisir di lunga vita. Adriano Panzironi, il guru che promette 120 anni di vita a chi acquista i suoi integratori, si ritrova adesso a doversi difendere davanti alla giustizia penale e amministrativa. Il Tribunale amministrativo del Lazio ha infatti bocciato la dieta ideata del sedicente medico. Ma nel frattempo Panzironi deve affrontare un processo che riguarda l’esercizio abusivo della professione medica senza alcuna abilitazione.

Adriano Panzironi, dieta condannata perché pericolosa per la saluteTutto è iniziato nel 2019, quando l’Agcom si era attivato multando un’emittente televisiva che aveva pubblicizzato la dieta di Panzironi. Il guru affermava che il regime alimentare da lui proposto avrebbe allungato la vita: demonizzata la dieta mediterranea e prevedeva una serie di integratori da lui prodotti. Sì a latticini, frutta, niente carboidrati, spezie e integratori con aminoacidi, vitamine e Omega3. E ovviamente colazione con carne di maiale. Secondo l’Agcom, nella trasmissione venivano quindi inviati messaggi pericolosi per la salute dei telespettatori. Da qui la multa di 264 mila euro. Quindi, il ricorso dell’emittente televisiva, basato sull’eccesso di potere dell’Autorità e la violazione della libertà di stampa.

Solo adesso la sentenza del Tar del Lazio, che ha confermato la multa, condannando di fatto la “dieta” di Panzironi. La programmazione gestita dal guru, infatti, sono le motivazioni del Tar, «collega in modo pericoloso l’adozione di uno stile di vita alla cura di malattie gravi come il tumore». Non solo. Secondo i giudici «gli approfondimenti e le testimonianze trasmesse dal canale sono idonee a ingenerare sfiducia nella medicina tradizionale». E ancora: «Se è vero che la riduzione degli zuccheri e l’attività motoria determinano il miglioramento delle patologie, come dimostra la medicina tradizionale, è pericoloso, in termini di salute pubblica, collegare all’adozione di uno e stile di uno stile di vita la cura o la regressione di malattie gravi come i tumori o patologie genetiche».

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.