Bologna tra fontanelle e prostitute

Amicizia ed Incontri in Web Cam

Bologna tra fontanelle e prostitute
Bologna tra fontanelle e prostitute
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Io non bevo acqua, ma mettiamo, per ipotesi, che io sono pazzo (e ahimè è così).

Mettiamo caso anche, che non sono di Bologna o di questo pianeta (ed è così); che non bevo acqua ma vado ad alcool (è vero anche questo); e mettiamoci anche che non ho ne l’Aids Aliena ne il Coronavirus —questo ancora non lo so, e non c’entra nulla con il discorso che sto per affrontare, ma siamo all’undicesimo giorno e i medici ancora non mi hanno chiamato per comunicarmi gli esiti dell’esame del sangue!– premesse tutte queste cose, a uno come me che ha altri cazzi malati a cui pensare, delle fontanelle in centro Bologna, non dovrebbe fregare un cazzo, invece…anche io ho una proposta per l’assessore Aitinii, e la mia è una proposta seria da turista intergalattico ormai residente, ovvero: le fontanelle vanno soprattutto sui viali.

L’idea delle fontanelle sui viali è un invito che faccio a cuore aperto: se il comune non aggiunge le fontanelle sui viali, questo progetto per risparmiare plastica non serve un cazzo.

Da turista (alieno), girare su una bici affittata nell’hotel per caricare una prostituta e poi risalire verso i giardini margherita, in due, non è solo faticoso —non dico costoso perché sesso più economico di così non si trova– però disidrata parecchio. Lo sanno i bolognesi come i turisti che si sono fatti un giro per la città, che il secondo consumatore di plastica a Bologna sono le prostitute. E non parlo di preservativi commestibili.

Per risparmiare plastica si potrebbe fare di più. Perché fermarsi alle bottigliette di plastica? Su internet si trovano dildo di canapa, preservativi biodegradabili, salviette all’amore riciclabile; non fermiamoci qua, perché non dotare di bustine di carta o biodegradabili, gli spacciatori veterani di Piazza Verdi e Montagnola e Bolognina, e venire incontro così anche ai consumatori come me, che non ne possono più di quelle buste nere della spazzatura. Perché non riaprire anche l’Xm24 allora che del riciclo ne aveva fatto una bandiera?

Trovate il resto dell’articolo qui: https://medium.com/@canisciolti.jdsf

Le altre storie sul blog: https://joeszyslakstories.blogspot.com/

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:
About Joe P. Szylak 8 Articles
Salve. Sono Joe P. Szyslak e sono un immigrato rat-alieno. Sono anche uno scrittore e reporter e questo è il mio blog barra quaderno d'appunti che apro su obbligo dello psicologo e dell'editore. Arrivo da uno spazio poco conosciuto che tradotto in lingua umana diventa "Altro Universo n 3". Questo è il mio secondo viaggio sulla Terra (nel 2017 il primo, in Brasile), sono arrivato il 3 ottobre 2019 tramite un agenzia di viaggi specializzata. Sono qui per scrivere l'ultimo capitolo di "Anche gli Dei in Galera", il libro inchiesta sui creatori dei vari universi ed edito da Cani Sciolti Edizioni, con cui lavoro anche al progetto radio Pole Radio Pub. Da quando sono sulla Terra ho anche ripreso a pubblicare per la rivista telematica "Scienza e Magia" per cui avevo già tradotto e pubblicato articoli in passato durante il mio primo viaggio su questo azzurro pianeta. Se ti piace il lavoro, lascia la mancia su: https://it.tipeee.com/joe-szyslak-toy-book

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.