Scoperta una nuova classe di particella all’ LHC

Scoperta una nuova classe di particella all' LHC
Scoperta una nuova classe di particella all' LHC
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/scoperta-una-nuova-classe-di-particella-all-lhc/

Possibile disposizione dei quark in una particella pentaquark. I cinque quark potrebbero essere strettamente legati (a sinistra). Potrebbero anche essere assemblati in un mesone (un quark e un antiquark) e un barione (tre quark), debolmente legati insieme.
L’esperimento LHCb al Large Hadron Collider del CERN ha riportato la scoperta di una classe di particelle note come pentaquark. La collaborazione ha presentato oggi un articolo che descrive questi risultati (link è esterno) alla rivista Physical Review Letters.
“Il pentaquark non è solo una nuova particella”, ha detto il portavoce LHCb Guy Wilkinson. “Rappresenta un modo per aggregare i quark, vale a dire i costituenti fondamentali della protoni e neutroni ordinari, in un modello che non è mai stato osservato prima in oltre 50 anni di ricerche sperimentali. Studiando le sue proprietà può consentire di capire meglio come ordinaria la materia, i protoni e i neutroni da cui siamo tutti fatto, è costituito “.
La nostra comprensione della struttura della materia è stato rivoluzionato nel 1964, quando il fisico americano Murray Gell-Mann ha proposto che una categoria di particelle note come barioni, che comprende i protoni ei neutroni, sono composti di tre oggetti in frazioni cariche chiamate quark, e che un’altra categoria, mesoni , sono formate da coppie quark-antiquark. Antiquark sono i quark di antimateria. Gell-Mann è stato assegnato il premio Nobel per la fisica per questo lavoro nel 1969. Questo modello a quark permette anche l’esistenza di altri stati quark compositi, come pentaquark composto da quattro quark e un antiquark.
I primi esperimenti che hanno cercato pentaquark si sono rivelati inconcludenti. Quando l’esperimento LHCb differenzia è che è stato in grado di cercare pentaquark da molti punti di vista, con tutto che punta alla stessa conclusione. E ‘come se le ricerche precedenti erano alla ricerca di sagome nel buio, mentre LHCb ha condotto la ricerca con le luci accese, e da tutte le angolazioni. Il passo successivo per l’analisi sarà quello di studiare come i quark sono legati all’interno dei pentaquark.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/scoperta-una-nuova-classe-di-particella-all-lhc/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*