Sarà operativo nel 2020 il primo reattore a fusione nucleare

Amicizia ed Incontri in Web Cam

Sarà operativo nel 2020 il primo reattore a fusione nucleare
Sarà operativo nel 2020 il primo reattore a fusione nucleare
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Reattore a fusione nucleare russo verrà avviato nel 2020. Uno dei settori energetici più promettenti è quello della fusione nucleare. In questo settore da circa 50 anni lavorano quasi tutte superpotenze del mondo. L’avvio del primo reattore termonucleare T-15MD nella Russia contemporanea è previsto per dicembre 2020.

Secondo la rivista Issues of Atomic Science and Technology, la costruzione di un impianto a fusione nucleare è in corso presso il Centro di ricerca nazionale dell’Istituto Kurchatov. Nel 2019 verranno installati il sistema magnetico e la camera del vuoto, elementi chiave della struttura. Caratteristiche importanti del T-15MD sono l’assenza di materiali superconduttori e un profilo basso, ovvero la sua camera ha una forma simile a quella sferica.

Tali soluzioni tecniche consentono di rendere il reattore più economico e facile da costruire e da utilizzare, nonché di ottenere parametri del plasma tipici di installazioni molto più grandi. La produzione di energia per i moderni reattori termonucleari è ancora tecnicamente impossibile, quindi il T-15MD fungerà da banco di prova per compensare il ritardo degli scienziati, degli ingegneri e dei tecnici russi rispetto alle loro controparti straniere.

Reattore nucleare galleggiante
Reattore nucleare galleggiante

Un altro compito importante della nuova installazione sarà quello di condurre vari esperimenti prima di essere eseguiti sull’ITER, il più grande progetto internazionale di un tokamak (il nome della macchina in via di sperimentazione, inventata dai fisici russi, in grado di creare una fusione nucleare al suo interno ed estrarre energia da essa), di cui la Russia è un partecipante.

L’Unione Sovietica era tra i pionieri dell’energia termonucleare, ma negli ultimi 20 anni non c’è stato quasi nessun lavoro per costruire reattori sperimentali. Uno dei pochi grandi progetti costruiti è il Tokamak Globus-M a schema sferico, inaugurato nel 1999 allo Ioffe Institute di San Pietroburgo.

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.