Non è possibile un mondo senza la Luna

Vinci tutto supernealotto e giochi Sisal

Non è possibile un mondo senza la Luna
Non è possibile un mondo senza la Luna
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Un mondo senza Luna: cosa accadrebbe alla Terra se scomparisse il nostro satellite naturale. Estinzioni di massa, disastrosi cambiamenti del clima, ridistribuzione degli oceani: scopriamo tutti gli effetti che avrebbe la scomparsa della Luna sul nostro pianeta ma anche sulla storia umana.

L’improvvisa assenza della Luna avrebbe conseguenze disastrose che avrebbero un effetto irreversibile sulla vita sulla Terra. Implicherebbe notti più buie, ci farebbe dire per sempre addio alle eclissi, causerebbe una riduzione di circa un terzo delle maree marine terrestri, una oscillazione più pronunciata dell’asse di rotazione della Terra (con conseguenze sulla posizione dei poli e sulla durata delle stagioni) e un effetto sulla durata del giorno terrestre.

Tutti questi effetti influenzerebbero pesantemente il clima, portando a eventi estremi, come le glaciazioni, e a estinzioni di massa delle specie animali e vegetali.

Gli effetti sul nostro pianeta: le conseguenze per la Terra

L’assenza della Luna causerebbe una variazione nelle maree marine terrestri: si ridurrebbero a un terzo di quelle attuali, senza però scomparire del tutto poiché anche il Sole esercita forze mareali sulla Terra. Se la Luna non esistesse, il rigonfiamento mareale della Terra a livello dell’equatore, che porta i poli ad avere meno acqua rispetto all’equatore, sparirebbe, con effetti sui livelli globali del mare.

Immagine realizzata con AI.La ridotta azione delle maree influenzerebbe inoltre il clima globale, dal momento che esse contribuiscono a stabilizzarlo attraverso le grandi correnti oceaniche che trasportano calore dall’equatore terrestre ai poli. Indebolendo le correnti oceaniche, si avrebbero temperature più estreme sulla Terra e il collasso degli ecosistemi marini che basano la loro vita sull’effetto delle maree.

Anche gli animali terrestri sarebbero influenzati da una eventuale assenza della Luna: basti pensare a tutti i predatori notturni che utilizzano la debole luce lunare per cacciare.

Senza Luna, questi predatori farebbero molta più fatica nel trovare prede, causando un drastico cambiamento nell’ecosistema e potenzialmente all’estinzione di alcuni predatori. L’assenza della Luna porterebbe quindi a un effetto combinato sulla fauna terrestre, conducendo così all’estinzione di numerose specie.

A contribuire a ciò ci penserebbe anche l’effetto drastico che l’assenza della Luna avrebbe sulle stagioni. Sappiamo infatti che le stagioni sulla Terra esistono grazie all’inclinazione di circa 23,5° dell’asse di rotazione terrestre. La Luna riveste un ruolo fondamentale nello stabilizzare l’asse di rotazione terrestre.

Senza di essa, la Terra potrebbe andare incontro a pericolose oscillazioni del suo asse di rotazione. Ci si troverebbe quindi a passare da un’inclinazione pari a 0° (con una conseguente assenza di stagioni) a un’inclinazione fino a 45°. In questo ultimo caso, alcuni luoghi del pianeta non vedrebbero quasi mai il sole, mentre in altri il dì durerebbe mesi interi.

Se i lunghi tempi scala di un tale evento farebbero si che nel corso della vita di un essere umano i cambiamenti siano debolmente percettibili, gli animali si adatterebbero difficilmente, essendosi evoluti nel corso di milioni di anni per vivere in sincronia con le stagioni.

Rappresentazione schematica degli effetti mareali mutui Terra–Luna. La forza gravitazionale della Luna crea un rigonfiamento mareale nella Terra (effetto volutamente esagerato per chiarezza grafica). Questo rigonfiamento ruota con la Terra che a sua volta esercita una forza mareale sulla Luna (frecce blu). La rotazione del rigonfiamento, unitamente alle forze gravitazionali, hanno come effetto netto una forza (freccia verde) che dà una piccola spinta alla Luna, aumentandone la velocità di rotazione.
Rappresentazione schematica degli effetti mareali mutui Terra–Luna. La forza gravitazionale della Luna crea un rigonfiamento mareale nella Terra (effetto volutamente esagerato per chiarezza grafica). Questo rigonfiamento ruota con la Terra che a sua volta esercita una forza mareale sulla Luna (frecce blu). La rotazione del rigonfiamento, unitamente alle forze gravitazionali, hanno come effetto netto una forza (freccia verde) che dà una piccola spinta alla Luna, aumentandone la velocità di rotazione.

L’azione mareale della Luna non si esaurisce nel solo generare le maree marine. Per la conservazione del momento angolare, La Luna infatti tende a rallentare la rotazione terrestre e contemporaneamente allontanarsi dal nostro pianeta al ritmo di 3,8 centrimetri all’anno.

Il rallentamento della rotazione terrestre implica che la Luna è responsabile dell’allungamento della durata del giorno, pari a circa due millisecondi per secolo. Senza l’azione prolungata della Luna per miliardi di anni, a quest’ora la rotazione terrestre sarebbe stata molto diversa.

All’epoca della sua formazione, infatti, la Terra aveva una durata del giorno inferiore alle 10 ore, ed è andata progressivamente aumentando a 22 ore quando i dinosauri vagavano per la Terra e a 24 ore oggi.

Gli effetti sull’astronomia

Se la Luna dovesse scomparire, si avrebbero tre effetti principali di tipo astronomico. Il primo è che il cielo notturno apparirebbe molto più buio. Escludendo la fase di Luna nuova, anche quando la Luna è sotto l’orizzonte, la sua luce, che altro non è che riflessione di quella solare, rende la brillanza superficiale del cielo notturno molto elevata. Senza la Luna si avrebbero notti molto più buie ogni giorno dell’anno, portando più stelle e oggetti del profondo cielo a essere visibili a occhio nudo.

L’altro effetto principale è che l’assenza della Luna implica assenza di eclissi, dal momento che essa, sia nel caso di eclissi solari che naturalmente di eclissi lunari, gioca un ruolo fondamentale in questi eventi astronomici.

Senza la Luna non si avrebbe un terzo corpo che nel caso delle eclissi solari va a trovarsi in proiezione nella stessa posizione in cielo del Sole, oscurandolo parzialmente o completamente. È proprio grazie alle eclissi solari che siamo stati in grado di provare sperimentalmente per la prima volta la relatività generale di Albert Einstein e sempre grazie alle eclissi solari siamo stati in grado di osservare la corona del Sole.

La totalità dell’eclissi solare dell’estate 1999 vista dall’Ungheria.
La totalità dell’eclissi solare dell’estate 1999 vista dall’Ungheria.

La perdita o la non esistenza della Luna avrebbe come ulteriore effetto la perdita di informazioni sulla Terra stessa. Le rocce terrestre vengono infatti continuamente modificate dall’azione della tettonica a placche, facendoci perdere informazioni sulla composizione delle rocce più antiche.

La Luna, che invece è geologicamente morta, essendo nata dallo scontro tra la Terra e un planetoide chiamato Theia, è un deposito di informazioni su come erano la Terra e il Sistema Solare miliardi di anni fa. Per esempio, grazie ai numerosi crateri lunari, sappiamo che il Sistema Solare primordiale, tra 4,1 e 3,8 miliardi di anni fa, sperimentò un intenso bombardamento di asteroidi e comete che probabilmente contribuì in larga parte a portare sulla Terra l’acqua da cui poi nacque la vita.

Se la luna non fosse mai esistita: gli effetti sulla storia umana

La Luna ha accompagnato l’umanità sin dagli albori della nostra specie sulla Terra. Ha ispirato la poesia, la letteratura, le mitologie, le religioni e perfino i calendari, difatti quelli più antichi si basavano sulle fasi mutevoli della Luna: la parola mese deriva da antico termine indoeuropeo che significava appunto “Luna”. Senza la Luna, forse, gli esseri umani non avrebbero ancora sviluppato la capacità di viaggiare oltre l’atmosfera terrestre ed esplorare lo spazio, poiché sarebbe venuto a mancare quel corpo celeste vicino (un razzo convenzionale può compiere il viaggio in circa 3 giorni) da usare come trampolino di lancio verso altri luoghi del Sistema Solare.

Apollo 15 con il Lunar Roving Vehicle. Credits: NASA.
Apollo 15 con il Lunar Roving Vehicle. Credits: NASA.

Inoltre, senza la Luna, almeno fino all’avvento di telescopi più potenti, l’essere umano non sarebbe riuscito a rendersi conto che i corpi celesti sono anch’essi simili alla Terra, come invece fece Galileo Galilei quando osservò valli e montagne lunari.

Fonti:
What if the Moon disappeared tomorrow?
What would happen if the Moon disappeared?
7 Ways Earth Would Change If Our Moon Were Destroyed

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Inviami gli Articoli in Email:

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.