Software @ Management - Assistenza Tecnica e Corsi Informatica ed Internet. Grafica per la stampa ed il web. Creazione ed Aggiornamento siti web. Campagne MMM SEM SEO!

Mantenere una buona memoria anche in vecchiaia

Accetta pagamenti in oltre 45 criptovalute
Mantenere una buona memoria anche in vecchiaia
Mantenere una buona memoria anche in vecchiaia
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/scienza-tecnologia/mantenere-una-buona-memoria-anche-in-vecchiaia/
Scoperto l’interruttore genetico che “accende” la memoria. Individuato nei topi. Aiuterà a capire come curare i disturbi legati all’età.

Forse diventerà possibile curare la perdita dei ricordi legata all’invecchiamento e ai disordini da stress post-traumatico, grazie alla scoperta nei topi di un interruttore genetico che “accende” la memoria, preservandone la precisione. Il risultato, pubblicato sulla rivista Nature Medicine, è stato ottenuto da ricercatori del Centro per la Medicina Rigenerativa del Massachusetts General Hospital e dell’Istituto per le Cellule Staminali di Harvard, che hanno trovato anche il circuito neurale coinvolto nella conservazione della memoria.

I ricordi si formano in una struttura del cervello chiamata ippocampo, che preserva anche i dettagli che impediscono di confonderli, e sono poi immagazzinati nella corteccia prefrontale. In topi, primati ed esseri umani in età avanzata e anche in pazienti con disturbi da stress post-traumatico è stata osservata un’iperattività di questo circuito, perciò i ricercatori guidati da Amar Sahay hanno ipotizzato che un segnale inibitorio potesse stabilizzare la memoria.

Il punto di svolta è stata l’identificazione di una proteina chiamata abLIM3, che funziona come un freno molecolare per i segnali inibitori. Gli esperimenti condotti sui topi hanno mostrato che diminuire i livelli di questa proteina preserva la specificità della memoria nel tempo e aiuta a curare le alterazioni dovute all’invecchiamento. I risultati sono stati confermati da un altro studio recente, che ha trovato alti livelli di abLIM3 in persone di età avanzata che cominciavano a mostrare disturbi della memoria.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/scienza-tecnologia/mantenere-una-buona-memoria-anche-in-vecchiaia/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shop @ Magiko - Vendita online di Articoli Esoterici e Magici. Ritualistica e Festival Anno Magico!