Lares 2 lanciato nello spazio con il lanciatore dellEsa

Vinci tutto supernealotto e giochi Sisal

Lares 2 lanciato nello spazio con il lanciatore dellEsa
Lares 2 lanciato nello spazio con il lanciatore dellEsa
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Lanciato Vega C, con un satellite italiano. Con il satellite dell’Asi Lares 2 e 6 cubesat. E’ partito Vega C. il nuovo lanciatore dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) costruito in Italia dalla Avio. Alle 15:13, ora italiana, il razzo si alzato dalla base di lancio europea di Kourou (Guyana Francese) per il suo volo di qualifica con a bordo un carico che parla italiano: il satellite scientifico Lares 2, dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e 6 cubesat, fra i quali gli italiani Astrobio e Greencube, realizzati per l’Asi da Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e Sapienza Università di Roma. Il lancio si concluderà in poco più di 2 ore con il rilascio del carico in orbita e lo spegnimento dell’ultimo stadio del razzo.

Il primo lancio di Vega C, il nuovo lanciatore europeo (fonte: ESA TV) © ANSA/Ansa
Il primo lancio di Vega C, il nuovo lanciatore europeo (fonte: ESA TV) © ANSA/Ansa

Il lancio era previsto inizialmente alle 13:13 ma per ben due volte il conto alla rovescia si è interrotto pochi secondi prima dell’accensione dei motori a causa di inconvenienti tecnici. Problemi che sono stati superati ed è stato possibile riprogrammare il lancio con 120 minuti di ritardo, alle 15:13 italiane, al limite ultimo della finestra di lancio possibile.

l primo stadio, chiamato P120 a combustibile solido, del lanciatore Vega C ha concluso la fase di spinta e si è distaccato 2 minuti e 26 secondi dopo l’accensione e raggiunto la quota di 77 chilometri. Ora la spinta sarà garantita dal secondo stadio e terzo, rispettivamente Z40 e Z9 che esauriranno il loro compito 7 minuti e 22 secondi dopo il lancio.

A quel punto è prevista l’entrata in funzione Avum+, il nuovo stadio a propulsione liquida che trasporterà in orbita i carichi con precisione rilasciando i satelliti su orbite differenti. La durata dell’intera missione di lancio è prevista in poco più di 2 ore.

Si tratta del lancio di qualifica dell’evoluzione dell’innovativo piccolo razzo sviluppato in Italia negli stabilimenti di Avio a Colleferro e che in questi 10 anni ha dimostrato grande flessibilità e affidabilità. Il nuovo lanciatore denominato Vega C, dove C sta per Consolidamento, integra una serie di importanti miglioramenti grazie a un nuovo motore P120 a combustibile solido, un secondo stadio migliorato e maggiore capacità di carico, sia masse maggiori che volume più grandi. Il nuovo motore Avum+ a propellente liquido permetterà inoltre a Vega C di rilasciare i carichi su orbite differenti. L’ultimo stadio avrà infatti la capacità di effettuare ben 7 riaccensioni, che si traducono nella possibilità di rilasciare i satelliti in 3 orbite differenti e infine di indirizzare lo stadio finale in un’orbita di rientro in modo che bruci nell’atmosfera senza lasciare detriti.

A dieci anni dal primo volo di Vega con il satellite Lares, si propone quindi lo stesso binomio italiano. Lares 2 (LAser RElativity Satellite 2) è stato concepito e progettato dal team scientifico del Centro Fermi e La Sapienza Università di Roma e stato realizzato dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn). È una sfera in lega di nickel ad alta densità dalla massa di 300 chilogrammi sulla quale 303 retroriflettori che permetteranno di tracciare la sua orbita con grande accuratezza, i dati permetteranno di verificare sperimentalmente alcuni aspetti della relatività previsti da Einstein e di eseguire misure di geodesia spaziale attraverso il Centro Spaziale dell’Asi ai Matera. Il Sistema Lares 2 è stato sviluppato da OHB Italia, sotto la guida e il coordinamento dell’Asi.

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.