La sonda Hayabusa 2 sta per atterrare sull’asteroide Ryugu

Accetta pagamenti in oltre 45 criptovalute
La sonda Hayabusa 2 sta per atterrare sull'asteroide Ryugu
La sonda Hayabusa 2 sta per atterrare sull'asteroide Ryugu
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook

La sonda giapponese Hayabusa 2 si è avvicinata all’asteroide Ryugu per studiarne la forza di gravità e per collezionare informazioni utili in vista di un futuro “impatto controllato” sulla sua superficie. La sonda giapponese Hayabusa 2 ad appena 850 metri dall’asteroide Ryugu.

L'immagine del suolo di Ryugu ripreso da soli 850 metri di quota|JAXA
L’immagine del suolo di Ryugu ripreso da soli 850 metri di quota|JAXA

Negli ultimi giorni la sonda Hayabusa 2, dell’Agenzia Spaziale Giapponese ha raggiunto il punto (finora) più vicino all’asteroide Ryugu. Durante un esperimento finalizzato a misurare il campo gravitazionale dell’asteroide, la navicella si è tuffata fino a meno di 1.000 metri dalla sua superficie, cogliendo durante il tragitto l’occasione di catturare immagini di grande interesse scientifico.

La manovra – molto delicata, perché anche il minimo errore  avrebbe potuto far precipitare la sonda sull’asteroide – è iniziata con una discesa alla velocità di 40 centimetri al secondo (1,44 Km/h).

Giunta a 6.000 metri dall’asteroide, la velocità di discesa è stata ridotta a 8,5 centimetri al secondo. Quindi è iniziata la fase di caduta libera, indispensabile per misurare l’accelerazione con cui la sonda veniva attratta dall’asteroide Ryugu, e calcolare di conseguenza la gravità di quest’ultimo.

La sonda Hayabusa. Ora si trova attorno all'asteroide Ryugu | JAXA
La sonda Hayabusa. Ora si trova attorno all’asteroide Ryugu | JAXA

Dopo aver raggiunto, all’1:10 ora italiana dello scorso 7 agosto, la quota minima prevista (851 metri dall’asteroide) la sonda Hayabusa è stata fatta  risalire verso un’orbita più sicura, raggiungendo qualche ora più tardi i 20 chilometri di quota.

Fotografie e calibrazioni.  Oltre a realizzare il suo reportage fotografico (con immagini che hanno consentito di apprezzare oggetti fino a 10 metri di lato), durante la manovra Hayabusa ha potuto calibrare gli strumenti in vista della fase successiva della missione, cioè per il momento in cui si poserà sulla superficie dell’asteroide per raccogliere campioni di suolo da riportare a Terra. Sarà preceduta da rover robotizzati che, con i loro strumenti, dovranno raccogliere informazioni su quello che risulta uno  degli oggetti più antichi del sistema solare.

JAXA’s Hayabusa 2 & Ryugu

Hayabusa2 is an asteroid sample-return mission operated by the Japanese space agency, JAXA. It follows on from Hayabusa and addresses weak points identified in that mission. Hayabusa2 was launched on 3 December 2014 and arrived at near-Earth asteroid 162173 Ryugu in late June 2018. It is intended to survey the asteroid for a year and a half, depart in December 2019, and return to Earth in December 2020.

 

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.