La meccanica quantistica fa credere a universi paralleli

Amicizia ed Incontri in Web Cam

La meccanica quantistica fa credere a universi paralleli
La meccanica quantistica fa credere a universi paralleli
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

“Esistono universi paralleli e presto li esploreremo”: parola di un fisico teorico. Il fisico teorico Sean Carroll afferma che gli indizi nella struttura su piccola scala dell’universo indicano l’esistenza di numerosi mondi paralleli.

Le regole di ‘buon senso’ della fisica che usiamo quotidianamente possono avere senso per noi, ma su scala molto ridotta il senso comune si infrange del tutto.

A livello quantico, il vuoto dello spazio sta bollendo, con minuscole particelle che spuntano costantemente dentro e fuori dall’esistenza.

Le particelle minuscole che compongono i mattoni di tutto non hanno nemmeno una posizione prestabilita, solo una macchia di possibili posizioni dettate da complesse regole di probabilità.

E il fisico teorico Sean Carroll ne è contento. Afferma come minuscole particelle quali elettroni e fotoni non abbiano un posto fisso nell’universo sia la prova che ci sono molti universi paralleli.

Le parole del fisico sperimentale Sean Carroll

“Ma c’è ancora molto da fare”, ha detto a News.com.au, in un articolo poi ripreso dal Daily Star:  “Non ogni mondo che immagini in realtà diventa realtà.fisico sperimentale Sean Carroll

“Ci sono ancora equazioni, regole fisiche, schemi che devono essere rispettati. Alcuni possibili mondi alternativi possono diventare realtà. Ma non tutti. ”

Carroll ha avanzato teorie innovative e controverse su argomenti come il Big Bang e la natura del tempo.

Dice che l’universo non è iniziato in una grande esplosione, come la maggior parte delle persone ora crede, ma è un’entità infinitamente vecchia, che si gonfia costantemente in cui il tempo può scorrere “sia in avanti che indietro”.

Secondo il fisico presto avremo gli strumenti di cui abbiamo bisogno per esplorare il regno quantico: “La tecnologia è migliorata. Forse le cose cambieranno”.

Per Carroll, la stranezza della fisica quantistica non è qualcosa da fissare o incorporare in una teoria più ampia, più semplice di tutto.

“Per quanto ne sappiamo attualmente”, scrive, “la meccanica quantistica non è solo un’approssimazione alla verità; è la verità.

Continua spiegando: “La fisica è bloccata nel tentativo di comprendere i fondamenti della natura e del Big Bang. È tempo di fare un passo indietro e comprenderne le basi. È tempo di affrontare la nostra comprensione del mondo quantistico. ”

Secondo Carroll dobbiamo dimenticare la fisica classica del “senso comune” che abbraccia la stranezza del regno quantico: “Vediamo il nostro mondo e abbiamo un’idea di ciò che sta accadendo. Chiediamo che le nostre teorie della fisica lo rispettino. Ma questo non è davvero il modo giusto di pensare. È il contrario. ”

E, nell’universo della porta accanto, secondo Carroll, c’è un’altra versione di te che la pensa già in quel modo.

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.