In fase di lancio in orbita il più potente motore missilistico

Accetta pagamenti in oltre 45 criptovalute
In fase di lancio in orbita il più potente motore missilistico
In fase di lancio in orbita il più potente motore missilistico
Condividi l'Articolo

SpaceX: prove di accensione statica per il Falcon Heavy. Concluso con successo il test di accensione statica del super lanciatore SpaceX Falcon Heavy, che con 27 motori è il più potente razzo mai costruito.

Oggi Mercoledì 24 gennaio 2018, dalla piattaforma di lancio LC-39A del John F. Kennedy Space Center, SpaceX ha condotto con successo il test di accensione statica del suo super lanciatore Falcon Heavy, fiore all’occhiello di Elon Musk.

Falcon Heavy, Elon Musk, SpaceX, Tesla, Midnight Cherry Tesla Roadster
La posizione e le dimensioni dell’auto rispetto al razzo Falcon Heavy | SpaceX

Da un punto di vista ingegneristico, il Falcon Heavy è un assemblaggio evoluto di tre Falcon 9: quest’ultimo è l’attuale lanciatore di SpaceX, in servizio attivo per la messa in orbita di satelliti per le telecomunicazioni (Iridium, StarLink e altri, vedi anche Internet via satellite) e, con la navetta Dragon, come cargo per la Stazione spaziale internazionale, per i rifornimenti e gli esperimenti scientifici, con l’importante vantaggio di essere “recuperabile” per più lanci.

Il Falcon 9 ha 9 motori Merlin 1D: l’Heavy conta perciò ben 27 motori, alimentati con una speciale miscela cherosene-ossigeno.

I 27 motori Merlin generano complessivamente più di 5 milioni di libbre di spinta (circa 2.300.000 kg): una “forza” paragonabile a quella che potrebbero sviluppare diciotto Boeing 747 legati assieme.

Quando partirà, sarà due volte più potente di qualunque altro razzo mai costruito al mondo.

Il Falcon Heavy è stato progettato fin dall’inizio per ospitare un equipaggio umano, per le tante missioni previste per i prossimi anni, verso la Luna e, da lì, verso Marte.

Prima di arrivare a tanto, però, col suo primo lancio porterà in orbita una Tesla…

SpaceX lancia un’auto nello Spazio, alla lettera. Accompagnato dalle note di Space Oddity a tutto volume, a gennaio il primo test del più potente razzo mai costruito, il Falcon Heavy di SpaceX, porta nello Spazio una Tesla Roadster.

Ecco la prima “macchina spaziale”: la Midnight Cherry Tesla Roadster, auto elettrica di Tesla Motors (alias Elon Musk). È il primo carico del Falcon Heavy, il più potente razzo di SpaceX (alias Elon Musk) che, stando alle indiscrezioni, dovrebbe partire il prossimo mese di gennaio dalla storica base 39A del Kennedy Space Center.

Stranezze. Il 22 dicembre SpaceX ha lanciato con successo il suo ultimo Falcon 9 del 2017, che ha portato nello spazio altri 10 satelliti Iridium.

 

La posizione e le dimensioni dell’auto rispetto al razzo Falcon Heavy | SpaceX

Per l’occasione, Elon Musk ha twittato la foto della macchina che, come aveva annunciato qualche giorno prima, raggiungerà Marte al suono di Space Oddity di David Bowie. L’auto sarà il carico “di test e di immagine”dell’impressionante nuovo razzo.

3 x 9. Il Falcon Heavy è composto da tre Falcon 9 in parallelo: il Falcon 9 è il razzo attualmente usato da SpaceX per portare nello spazio satelliti, oltre alla navicella Dragon con i rifornimenti e gli esperimenti scientifici per la Stazione spaziale internazionale. Il Falcon ha 9 motori, di conseguenza l’Heavy ha ben 27 motori Merlin 1D alimentati con la speciale miscela cherosene-ossigeno. Il gigante sarà portato nelle prossime settimane alla rampa di lancio per una prima prova di accensione dei motori, quindi, se tutto andrà come pianificato, il lancio vero e proprio dovrebbe avvenire prima della fine del mese di gennaio 2018.

 

Falcon Heavy, Elon Musk, SpaceX, Tesla, Midnight Cherry Tesla Roadster
Le ogive di scarico dei 27 motori del Falcon Heavy. | SpaceX

70 metri. La struttura composita dell’Heavy è tale che è già stato messo in conto un possibile fallimento, come ha sottolineato Musk recentemente: «la “spinta” è impressionante e tutto può succedere». Tutti a SpaceX fanno gli scongiuri, naturalmente, e in ogni caso lo stesso test è “composito”: anche il primo lancio prevede infatti che sia i booster (i due razzi laterali) sia il razzo centrale tornino a Terra, su tre differenti piazzole, per essere ricondizionati e riutilizzati.

I booster dovrebbero rientrare in prossimità delle coste della Florida, mentre il corpo centrale dovrebbe atterrare su una piattaforma in Oceano Atlantico. Il Falcon Heavy, alto complessivamente circa 70 metri, pesa circa 1,4 milioni di kg a pieno carico: stando al progetto, può portare 64 tonnellate di carico utile in orbita bassa attorno alla Terra e 17 tonnellate verso lo spazio profondo.

Se l’impresa di gennaio avrà successo, SpaceX potrà realmente iniziare i voli verso la Luna e Marte.

Condividi l'Articolo

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.