Cnr, 2,5 milioni di fondi europei per le ricerche della matematica

Accetta pagamenti in oltre 45 criptovalute
Cnr, 2,5 milioni di fondi europei per le ricerche della matematica
Cnr, 2,5 milioni di fondi europei per le ricerche della matematica
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook

Si tratta di studi fondamentali per innovazione e alla base di fenomeni che coinvolgono ‘oggetti’ quotidiani come antenne di telefonia mobile

Nuovo finanziamento europeo alla ricerca italiana. Annalisa Buffa, dirigente di ricerca dell’Istituto di Matematica Applicata e Tecnologie Informatiche (Imati) “Enrico Magenes” di Pavia del Consiglio Nazionale delle Ricerche si è aggiudicata un’European Research Center Advanced Grant (Erc AdG). Tra i matematici italiani, Buffa, 43 anni, è l’unica ad averlo vinto quest’anno evidenziano la Simai (Società Italiana Matematica Industriale), Umai (Unione Matematica Italiana) e l’Airo (Associazione Italiana di Ricerca Operativa). Il grant ha il valore di circa 2 milioni e mezzo di euro, distribuiti in 5 anni, ed è stato attribuito al progetto Change, New CHallenges for (adaptive) PDE solvers: the interplay of ANalysis and GEometry. Si tratta di un importante risultato che arriva un anno dopo l’attribuzione alla Buffa, già tra i più giovani dirigenti di ricerca del Cnr, del Collatz Prize, il più prestigioso premio mondiale per la matematica applicata.

“La simulazione numerica delle equazioni differenziali è fondamentale per l’innovazione poiché sta alla base dello studio, via calcolatore, di fenomeni complessi che sono oggi alla base di ‘oggetti’ di uso quotidiano.

 Possibili esempi sono il design dei pneumatici delle automobili o delle antenne per la telefonia mobile: in entrambi i casi, simulatori di equazioni differenziali sono uno degli strumenti cardine del progettista”, sottolineano le organizzazioni che rappresentano i matematici italiani.
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.