Dossier Scie chimiche

Scie chimiche
Scie chimiche
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/scie-chimiche/

Constatato che:

 – quelle scie lunghe, larghe e persistenti non possono essere scie di condensazione ,
– molti degli aerei che le rilasciano non possono essere aerei civili o commerciali,
– esistono centinaia di brevetti riguardanti la manipolazione e il controllo del clima,
– esiste il progetto Haarp ed esistono dei documenti ufficiali riguardanti la sua pericolosità,
– in diverse parti del mondo, in seguito alla continua presenza di queste scie, sono stati rilevati metalli pesanti nell’acqua, nelle polveri e nel terreno non è difficile immaginare il perché quelle scie nel cielo siano state chiamate “scie chimiche”.
La prima volta che il termine “chemtrails” (contrazione di “chemical trails”) è apparso su un documento ufficiale è stato nel 2001, nel programma di disarmo presentato al senato americano col nome di Space Preservation Act 2001. Le chemtrails vengono nominate nella sezione riguardante le “armi esotiche” ma questo documento non viene approvato. L’anno successivo viene approvato lo Space Preservaction Act 2002: il capitolo riguardante le “exotic weapons”, e quindi la voce sulle chemtrails, non compare.
Attraverso le analisi di molti ricercatori e scienziati indipendenti, si suppone che le scie chimiche contengano sostanze chimiche quali sali di bario, ossido di alluminio, torio e altri metalli pesanti.

Dal momento che nessun ente governativo ha mai confermato l’esistenza delle chemtrails, dichiarato lo scopo del loro utilizzo e da quanto tempo vengono adoperate, molti ricercatori hanno iniziato a indagare e a raccogliere indizi e informazioni utili per comprendere questo fenomeno.

Non possiamo sapere, quindi, con certezza l’esatto contenuto delle chemtrails, l’esatto scopo del loro impiego, la data esatta in cui sono state ideate, sperimentate e successivamente irrorate nei nostri cieli. Ciò di cui disponiamo sono molti indizi che portano verso determinate considerazioni:
– sono scie formate da composti chimici, dannosi per l’ambiente e per la nostra salute,
– vengono utilizzate presumibilmente per scopi militari e in relazione al progetto Haarp,
– il fenomeno è iniziato ad emergere verso la metà degli anni ’90,
– le sperimentazioni sono iniziate negli anni precedenti,
– l’irrorazione si è intensificata all’inizio del nuovo millennio,
– esiste una ampia campagna di disinformazione atta a oscurare il fenomeno.
Dossier informativi

Vi proponiamo la pagina riassuntiva sulle scie chimiche “Noi vogliamo delle risposte. E tu?” e i primi due dossier di sciechimiche.org, visionabili direttamente sul sito oppure scaricabili in formato pdf.

Il primo riguarda il fenomeno delle scie chimiche, il secondo riguarda H.A.A.R.P. Si tratta di dossier riassuntivi che raccolgono tutto il materiale disponibile in rete per ulteriori approfondimenti.

Informati e informa: scarica, leggi, fotocopia e distribuisci.
Dossier Scie chimiche

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/scie-chimiche/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*