Raffreddamento GPU

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/raffreddamento-gpu/

Un buon raffreddamento alle componenti hardware, come in questo caso al chip GPU, dà un elevata prestazione e longevità, dando risultati ottimali durante l’esecuzione.

Come parlato negli articoli precedenti, sul raffreddamento alle CPU, per un corretto funzionamento,ci dobbiamo basare anche al raffreddamento delle GPU, o schede video, perchè sono proprio loro, oltre al processore, i componenti che vengono “sfruttati” durante il gaming o il normale funzionamento del computer.

Raffreddamento delle schede video

Il raffreddamento è una necessità fondamentale quando si procede all’overclock delle schede grafiche. Alcuni chipset, come ad esempio il Voodoo o il Riva 128, riscaldano moltissimo già a frequenze standard. Trascurare il raffreddamento, oltre ad accorciare la vita delle schede overclockate, ha un’altra conseguenza. La temperatura nel case aumenterà notevolmente, incidendo anche su altri componenti come CPU o hard disk. Le informazioni che seguono sono dettate dalla mia personale esperienza. Probabilmente non sarà il metodo migliore da seguire, né l’unico, ma è senz’altro una buona idea di base da modificare a seconda delle esigenze particolari e dell’hardware a propria disposizione.

raffreddamento gpu

Prima di iniziare ad armeggiare con dissipatori e pasta termica, è bene raffreddare l’interno del case. E’ molto importante che ci sia un ricambio d’aria costante, altrimenti ogni accorgimento a carico del singolo chip sarà vanificato. E’ inutile montare un enorme dissipatore con ventola se poi la temperatura dell’aria che sta intorno è elevata. Quindi, per prima cosa, consiglio di verificare se la ventola all’interno dell’alimentatore è efficace o no. Nel dubbio, il rimedio è molto semplice: sostituirla con una più potente. Quella vecchia, potrà essere riciclata per altri usi. E’ importantissimo assicurarsi che non ci siano ostacoli al flusso dell’aria, quindi tenere i vari cavi sempre in ordine, soprattutto le piattine EIDE che sono un grosso ingombro. Le normali ventole assiali infatti garantiscono il loro flusso d’aria nominale solo se la differenza di pressione tra le due facce è bassa.

 Ci sono ben 3 livelli di raffreddamento per le schede video:

  1. Il primo, semplice, è consigliato anche per schede a frequenze standard;
  2. il secondo per overclock moderati;
  3. il terzo per quelli più spinti.
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/raffreddamento-gpu/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*