Pokemon Go: un’applicazione dai molti rischi

Pokemon Go: un'applicazione dai molti rischi
Pokemon Go: un'applicazione dai molti rischi
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/pokemon-go-unapplicazione-dai-molti-rischi/

L’applicazione pare presentare diversi difetti, ma si sta già lavorando per risolverli.

Pokemon Go è l’ennesimo videogame (o meglio, applicazione) dedicato ai mostricciattoli tascabili più famosi del mondo. Al momento, almeno in maniera ufficiale, l’app è disponibile solamente nei territori di Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti. Ha debuttato solo da pochi giorni negli USA ed ha già superato una realtà come Tinder. Proprio qui, L’applicazione Pokemon è già stata scaricata dal 5X100 degli americani, mentre quella dedicata al dating, è ferma al 2×100. Del resto, tale app-videogame è davvero una sorpresa graditissima per i fan del franchise creato da Satoshi Tajiri. Anzi, pare stia tallonando un colosso dei social come Twitter, per quanto riguarda l’uso quotidiano.

Un’app che sta già generando caos

Secondo quanto riportato da SimilarWeb, Pokemon Go, a pochi giorni dal lancio in alcuni territori, sarebbe l’ “iconcina” dei cellulari al momento più utilizzata e scaricata. Tuttavia, sembrano sorgere già seri problemi per i titolari di un account Google. Ricordiamo che Pokemon Go è un’applicazione assolutamente gratuita per Android e IOS. Essa garantisce il totale accesso al profilo di Mountan View di coloro che utilizzano la versione del sistema operativo Apple. Questo vuol dire, come è riportato su BigG, che tale app ha il potere di modificare molte delle informazioni all’interno di un determinato profilo: dalle foto alla casella e-mail, fino ai documenti archiviati nel sistema cloud. Insomma, un invito a nozze per i pirati informatici.

Pokemon Go: potrebbe creare seri problemi

Il signor Adam Reeve fa parte della RedOwl, una nota società di sicurezza. Durante un’intervista, ha parlato dell’applicazione Pokemon Go come un serio rischio per la sicurezza. Il problema, secondo Reeve, sarebbe dato da una gravissima disattenzione, ma ha ovviamente escluso una possibile malafede da parte della Niantic (la società che ha sviluppato l’iconcina di Go). Nonostante ciò, il problema deve essere risolto al più presto, dato che fra pochi giorni, è previsto il lancio dell’app in tutto il mondo. Inizialmente, il lancio internazionale di Pokemon Go era previsto  il 15 Luglio, ma la data slitterà a causa di un intervento sui server. Come ha dichiarato la stessa Niantic, si sta lavorando per limitare il permesso di accesso  degli account.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/pokemon-go-unapplicazione-dai-molti-rischi/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*