NEL NOSTRO SISTEMA SOLARE PIANETI E …..

NEL NOSTRO SISTEMA SOLARE PIANETI E .....
NEL NOSTRO SISTEMA SOLARE PIANETI E .....
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/nel-nostro-sistema-solare-pianeti-e/

Da alcuni anni un gran movimento, telescopi e lancio di satelliti per studiare il nostro sistema solare , il loro posizionamento di terra e di aria girano e guardano il cielo le costellazioni, con un frequenza assillante posizione sud . Cosa ci sia oltre queste affermazioni o punti di vista siamo coinvolti nell’assistere a cambiamenti e avvenimenti in corso di questi ultimi anni sul nostro pianeta. la storia Nel 1781, l’astronomo inglese Sir William Herschel notò nell’orbita di Urano,una perturbazione. Nel 1821, l’astronomo francese Alexis Bouvard aveva ipotizzato che Urano era stato un pó “tirato” dalla gravità di un altro corpo ancora da scoprire.Nel 1840 gli astronomi John Couch Adams e Urbain Le Verrier hanno continuato a calcolare dove questo pianeta doveva essere nel cielo notturno con misurazioni di queste piccole deviazioni nel percorso di Urano scoprendo Nettuno.Al di là di ciò che era giusto o sbagliato le interpretazioni degli scritti Sumeri da parte di Zecharia Sitchin, Carlos Munoz Ferrada astronomo Cileno , scomparso nel 2001, conferma tra le agghiaccianti rivelazioni sull’esistenza di un pianeta o un sistema planetario oltre nettuno e plutone. Su quei testi antichi Zacharia vede ben distinte caratteristiche e importanza di tale presenza cosmica e prosegue gli studi teorici che vengono, a quei tempi incautamente confermati l’astronomo Robert Sutton Harrington del Naval Observatory degli Stati Uniti d’America,( scomparso 23 gennaio 1993)Ci sono voluti diversi anni prima che vi fosse una sorta di coerenza a riguardo, negata dai media o dall’ informazione e per astronomi e astrofisici di ruolo, nonostante i ripetuti avvistamenti dai telescopi di terra e dallo spazio. Dalle loro osservazioni, oggi, possiamo comprendere che si tratta di un sistema binario, con due soli e relativi satelliti in orbita geostazionaria, che si muovono nella nostra galassia mantenuti in assetto di bilancio, la distanza tra loro, i 2 soli Nemisis e Dwraf star, si può riassumere nel periodo di percorrenza che il pianeta Nibiru impiega per colmare il suo giro orbitale circa 380 giorni. Grazie ai ricercatori e astrofisici e dai documenti resi reperibili dal 2008 e aggiornati al 2012 documenti video e fotografici ne hanno confermato la presenza. Oggi con l’avvicinarsi e al momento del rendezvous o appuntamento ,numerosi filmati e foto sono a disposizione ,c’e anche molto di speculativo ma nell’insieme, penso si possa confermare che una grave componente ci sia a causa dei cataclismi, terremoti, eruzioni vulcaniche o e meteoriti, stanno avendo una presenza insolita in questi ultimi 6 anni. Quale, o cosa possa essere la causa di tutto questo, a parte quello che l’essere umano possa riuscire ad alterare, si tratta di equilibrio dimensionale gravitazionale e magnetico al quale il nostro pianeta si trova a dover subirne le conseguenze, i fatti portano conferma costante nel quotidiano. Si tratta quindi di un ” micro sistema planetario” che orbita tra Orione e il nostro sistema solare, il suo percorso ha dell’incredibile, ma di fatto stà attraversando il Nostro sistema solare, interagendo sulle orbite gravitazionale dei Pianeti per raggiungere il punto di curvature, passando dietro il sole, per poi tornare a velocità doppia verso il punto di origine. Questo periodo in questo anno la prossimità del passaggio di ritorno del pianeta, Nibiru o Hercobules o planet X, al punto di Origine oltre Orione per poi ripresentarsi tra 3600 anni . Durante i tempi nominato in diversi modi, le stesse caratteristiche, poco rassicuranti e le note a quotidiano,se pur celate o accennate , estinzione di massa per alcune speci animale in corso di terra e di acque ,volatili pescatori cadono a stomaco vuoto per mancanza di pesce a migliaia stesi sulle coste dei vari pesi nel globo ! Per fede di cronaca comunque se posso nel contributo nell specificità della mini costellazione detta da altri ricercatori astronomi o astrofisici, composta oltre lui, di dimensioni pari a 5 o 6 volte la terra, da altri 3 pianeti satelliti e relative lune attorno Nemisis 5 o 6 volte Giove ad un sole imploso o dwraf star, non visibile ad occhio umano ma solo usando gli infrarossi. Purtroppo molto materiale a riguardo è stato cancellato per evitare panico e allarmismi generali, ma da oggi a seguito conferma, forse avremo modo di conoscere meglio le sue incredibili dimensioni. Infatti dopo i ripetuti avvistamenti di Nibiru nei precedenti 5 anni,a conferma dell’orbita stazionaria da sud dell’emisfero solare sarebbe inclinato sul piano dell’eclittica del sole di 30°circa e, attraversa gran velocità il nostro sistema solare imperterrito, tra le orbite dei pianeti disposti in linee orrizontali, passando dal retro del sole per poi tornare oltre, lontano lontano, oltre Plutone e la fascia di Kuiper al limite estremo del nostro Sistema Solare. Questa danza si svolge ogni 380 giorni,ma ogni 3600 anni circa il sistema torna a farsi notare nel nostro sistema solare e avvengono cose strane, le stesse tavole dei Sumeri tradotte, o negli scritti da generazioni antiche e, raccontate alle generazioni passate, esp: Maya a quelle precedenti oggi scomparse.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/nel-nostro-sistema-solare-pianeti-e/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*