Scoperta nella fossa delle Marianne una ‘medusa Ufo’

Accetta pagamenti in oltre 45 criptovalute
Scoperta nella fossa delle Marianne una 'medusa Ufo'
Scoperta nella fossa delle Marianne una 'medusa Ufo'
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook

A oltre 4 km di profondità, dal drone ‘Deep Discoverer’ del Noaa. Sembra un Ufo ma è semplicemente una medusa di un tipo finora sconosciuto, scoperta per caso alla profondità di ben 4.250 metri nella fossa delle Marianne da un sottomarino-robot della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) statunitense. La ‘Medusa Ufo’, com’è stata temporaneamente battezzata, appare come un globo trasparente con luci rosse e arancioni al suo interno, contornato da lunghi sottilissimi tentacoli bianchi. Secondo i biologi marini americani la medusa ripresa dal drone Deep Discoverer del NOAA potrebbe appartenere a una sottospecie della Crossota, un tipo di predatore che rimane per lunghi periodi immobile in attesa di catturare una preda con i suoi lunghi tentacoli. Le ‘luci’ interne dovrebbero essere in realtà il sistema digestivo e le gonadi della medusa.

La ‘Medusa Ufo’ è solo l’ultima di una serie di affascinanti scoperte fatte nella Fossa delle Marianne grazie alle ‘crociere’ subacquee del Deep Discoverer. La precedente risale al marzo scorso ed è quella del ‘Polipo fantasmino’, una nuova specie di cefalopode trasparente che assomiglia al cartone animato ‘Caspar’, trovato anch’esso a circa 4 chilometri di profondità.

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.