Una collina Thailandese è meta per incontri con alieni ed Ufo

Amicizia ed Incontri in Web Cam

Una collina Thailandese è meta per incontri con alieni ed Ufo
Una collina Thailandese è meta per incontri con alieni ed Ufo
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

I cacciatori di UFO affollano una remota collina thailandese in cerca di alieni “buddisti”. La collina di Khao Kala, in Thailandia, attrae molti appassionati di UFO per la frequenza degli avvistamenti che si verificano nei pressi della grande statua del Budda che la sovrasta.

Una collina nella Thailandia centrale sta attirando molti ufologi che ritengono che gli extraterrestri si librino sopra un’enorme statua del Buddha, inviando messaggi telepatici, camminando attraverso i campi di canna da zucchero e utilizzando un lago infestato da coccodrilli come portale dimensionale per scorrazzare dai loro pianeti, Plutone e Loku fin sulla Terra.

Anche se può sembrare un racconto di fantascienza, un piccolo gruppo di individui afferma che i messaggi degli alieni includono anche molti insegnamenti religiosi tradizionali, portandoli a credere che gli alieni siano, in realtà, buddisti.

I fatti accadrebbero a tre ore di strada o di ferrovia a nord di Bangkok, a Nakhon Sawan, che si traduce in “Città del Paradiso” che senza tutto il clamore suscitato dagli UFO è solo una piccola cittadina tranquilla. I seguaci credono che meditando sulla collina di Khao Kala, fuori Nakhon Sawan, sia possibile udire le voci aliene nella testa anche se non garantiscono che sia sempre possibile osservare gli UFO che vengono descritti come molto imprevedibili.

Il governo tenta di vietare le riunioni

Le attività del gruppo hanno attirato l’attenzione delle autorità Tailandesi nelle ultime settimane e, secondo quanto riferito, i funzionari governativi si sono allarmati quando i cacciatori di UFO hanno iniziato ad affollarsi sulla collina di Khao Kala per entrare in contatto con i presunti visitatori alieni, mettendo in pericolo lo status ufficiale di “area forestale protetta” dell’area.

I visitatori possono salire sulla cima della collina e vedere la grande statua del Buddha e la vicina “impronta del Buddha”,  luoghi di culto pubblico. Ma la legge proibisce a chiunque di vivere o pernottare in tali zone, e questo vale ovviamente anche per i cacciatori di UFO che avevano piazzato le loro tende proprio sul sito.

Ad agosto, una quarantina di funzionari, tra cui alcuni membri del dipartimento forestale, hanno cacciato un gruppo di appassionati tailandesi nella parte superiore di Khao Kala e hanno presentato una petizione a un tribunale per vietare che fatti del genere si ripetano.

Il 20 settembre, 30 funzionari di polizia e della silvicoltura hanno affrontato Wassana Chuensamnaun, principale attivista UFO della zona e circa 60 altri appassionati.

Wassana ha raccontato che il gruppo, con abiti bianchi, progettava di realizzare un video mentre i membri “meditavano” in cima alla collina dopo il tramonto, nella speranza di fondere le proprie menti con gli quelle degli alieni.  Per evitare noie e l’arresto i seguaci degli UFO si sono raggruppati in fondo alla collina in una proprietà privata, e hanno meditato per alcune ore per poi partire.Ufo ed alieni in Thailandia
Le origini delle attività UFO

I seguaci del movimento ufologico thailandese raccontano che le origini della presunta attività extraterrestre, iniziò nel 1997, quando il sergente maggiore Cherd Chuensamnaun, immerso nella meditazione buddista, ricevette messaggi mentali da ciò che sosteneva fossero esseri alieni.

Lo ha raccontato alla sua famiglia che lo ha deriso.

Ho chiesto a mio padre di dire agli alieni di mostrarsi“, dice Wassana, sua figlia.

Il giorno successivo, gli alieni hanno inviato energia che ha fatto muovere mio fratello e mio cognato contro la loro volontà“.

Dice che i due uomini sono stati tirati su dal divano del soggiorno e fatti girare contemporaneamente, come dervisci rotanti, fuori di casa e nel cortile.

Mi sentivo come se le gambe e le braccia dovessero girare“, aggiunge il cognato di Wassana, Jaroen Raepeth. “Non sono riuscito a controllarmi per quattro o cinque minuti. Non ho avuto paura. Entrambi giravamo“.

La cognata di Wassana sostiene di aver visto un UFO attraverso una finestra di sopra.

Era lungo circa 10 o 15 metri, a livello della cima dell’albero“, aggiunge Wassana.

Chiesto di rievocare la sua rotazione, Jaroen gira lentamente intorno al soggiorno con le braccia aperte, ma presto cade e rimane sul pavimento, sembrando stordito. “Ho le vertigini. Ma quando l’UFO mi ha fatto girare, non ho avuto affatto le vertigini“.

Wassana, che ha lasciato il lavoro come infermiera per fondare il movimento dei seguaci degli alieni, afferma che suo padre ha continuato a ricevere messaggi telepatici nel corso degli anni.

Prima che mio padre morisse [nel 2000], ci ha insegnato a comunicare con gli alieni“, aggiunge.

Oggi, dice che oltre 100 altri thailandesi hanno questa abilità dopo essersi esercitati con lei. I follower pubblicano aggiornamenti e foto sul gruppo Facebook UFOKaoKala collegato alla famiglia e altrove, alcuni insistendo sul fatto che anche loro hanno visto alieni e astronavi nella zona.

Astronavi argentee piene di umanoidi argentei

La maggior parte degli incontri con gli alieni sono segnalati vicino alla casa della famiglia, alla periferia di Nakhon Sawan sulla collina di Khao Kala, tra campi di canna da zucchero e il lago Bueng Boraphet, che gli abitanti del villaggio affermano che è infestato da coccodrilli.

Gli alieni sono descritti come di forma umanoide, snelli, piccoli e argentei.

Le illustrazioni li raffigurano in piedi su due gambe con due braccia e una testa calva bulbosa con una faccia appuntita sormontata da una singola antenna. Enormi, lucidi occhi neri a forma di mandorla guardano sopra un naso sottile e una bocca in miniatura. Insomma, niente di dissimile dai classici alieni che l’ufologia racconta.

I seguaci affermano che le astronavi argentee appaiono decorate con luci colorate o assomigliano ai vecchi UFO a cupola, circolari, visti nei film degli anni ’50.

Esistono due tipi di alieni“, afferma Wassana. “Un gruppo viene dal pianeta Plutone. Gli altri provengono da un pianeta chiamato Loku”.

Gli alieni Plutoniani sono fatti di energia, possono apparire in forma fisica e sono in grado di insegnare agli umani. Gli alieni Loku hanno un corpo fisico e una conoscenza dell’alta tecnologia. I due gruppi lavorano insieme”.

Gli alieni Plutoniani si preoccupano per ciò che devasta la Terra, come la guerra o i danni all’ambiente, che potrebbe avere un impatto anche sul loro pianeta. Vogliono anche dare ad alcune persone la capacità di comunicare con loro, perché se gli umani distruggeranno tutto in una guerra nucleare, gli alieni saranno in grado di aiutare i sopravvissuti a ricostruire la civiltà umana“.

Il pianeta Lokuè nella Via Lattea, ma non ci hanno detto dove“.

La presunta scelta degli alieni di Khao Kala è insolita perché è la più piccola tra un gruppo di colline più alte. I meditatori affermano di essere grati di non dover arrampicarsi molto in alto per raggiungere la cima.

Lassù, una grande statua raffigura il Buddha protetto da un mitico serpente “naga” a sette teste. Questa statua sovrasta la collina da molti anni e non è mai stata associata ad UFO o alieni prima delle storie della famiglia.

Una vista a 360 gradi dalla collina include campi piane di canna da zucchero sottostanti, dove Wassana e altri credenti affermano di aver visto gli alieni sbarcare da un UFO, camminare e poi svanire come per magia.

Ho vissuto 10.000 anni“, ha rivelato il leader alieno di Plutone in comunicati presumibilmente incanalati attraverso Wassana tra il 1998 e il 1999. “Quanto tempo ci vuole per viaggiare da Plutone a qui? Viaggio attraverso le dimensioni. È fisica avanzata. Viaggio con la mente“.

‘Abbracciare le leggi cosmiche’

Wassana afferma che il leader alieno di Plutone le ha detto anche che Buddha è stato “la più grande mente umana” e “anche se non non parlò mai agli umani di alieni o UFO gli disse di abbracciare le leggi cosmiche“.

I comunicati ricevuti con la fusione mentale da Wassana includono molti consigli su “karma“, “reincarnazione“, “avidità“, “paura” e altre preoccupazioni buddiste, dice, così come l’esortazione a preoccuparsi dell’Apocalisse terrestre causata da guerra nucleare, cambiamenti climatici, malattie mutanti o altre “catastrofi”.

Gli alieni tecnologicamente superiori e benevoli promettono di prendersi cura di alcuni “sopravvissuti” selezionati.

Questa è una buona notizia in questo paese del sud-est asiatico dove il 95% della popolazione è buddista. Può anche fornire ai follower protezione legale e sociale se il loro gruppo UFO diventa troppo popolare.

Le autorità e la società tailandesi sono ostili a qualsiasi cosa percepiscano come un culto che si allontana dalle credenze religiose tradizionali che rischia di diventare influente.

Il buddismo è aperto alla possibilità che esistano extraterrestri, fantasmi, spiriti e altre forme di vita non umane, ma mette in guardia dall’essere risucchiato in un vicolo cieco invisibile di assurdità e illusioni.

Ad una domanda sui thailandesi che vedono gli UFO e comunicano con gli alieni, lo studioso buddista Veeranut Rojanaprapa, che ha un dottorato in filosofia e religione presso la St. John’s University di Bangkok, ha risposto: “Non abbiamo bisogno di sapere se è reale o no, se è una storia falsa o è una realtà. Buddha ci ha insegnato che forse chi dice di pensare di poter parlare direttamente con l’alieno, o crede di sentirlo ha ragione. Ma non importa se sente l’alieno o no. Non ci aiuta a sperimentare il nirvana. Questa cosa non è utile“.

Non diciamo se è giusto o sbagliato parlare con l’alieno. Ma la maggior parte delle situazioni sono solo illusioni“.

Tuttavia, la Ploy Buranasiri di Bangkok ha visitato Khao Kala per nove anni e afferma di aver visto lì alieni e UFO diverse volte.

Alla domanda su cosa vorrebbe dire agli alieni, dice: “Vorrei chiedere una delocalizzazione sul loro pianeta“.

Sukwasa Mukprom, 32 anni, ha visitato Khao Kala più di 10 volte nell’ultimo anno. “Voglio che gli alieni mi mandino la capacità di rendermi coraggioso“, dice.

Che dire di questa simpatica storia?

Nulla, ma non possiamo che sottolineare che tutto il racconto non diverge per nulla dalle classiche storie di UFO e alieni raccontate in altre parti del mondo da diversi contattisti che grazie al loro carisma hanno fondato dei veri e propri culti.

Fonte: CNN

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.