Le argomentazioni dei sostenitori dell’astrologia

Vinci tutto supernealotto e giochi Sisal

Le argomentazioni dei sostenitori dell’astrologia
Le argomentazioni dei sostenitori dell’astrologia
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

In questo articolo prenderemo in considerazione le principali argomentazioni di quelle persone che sostengono che l’astrologia è una vera e propria scienza.

Sebbene la maggior parte degli individui che vivono nel mondo contemporaneo credono in maniera più o meno convinta al potere delle stelle non sono tuttavia da trascurare i molti individui che considerano l’astrologia una disciplina priva di fondamento scientifico.

In questo articolo non prenderemo in considerazione le argomentazioni dei nemici dell’astrologia ma ci limiteremo a considerare solamente le argomentazioni a favore di essa.

Il principale argomento dei fautori dell’astrologia è che essa deve essere considerata attendibile perché riesce a predire gli eventi futuri.
Per i sostenitori dell’astrologia essa è una scienza sperimentale sottoponibile a verifiche cosicché tali verifiche pullulano nel corso della storia.

I sostenitori dell’astrologia affermano che molte predizioni degli astrologi si sono rivelate esatte e citano in primo luogo le “ Centurie “di Nostradamus. A distanza di secoli Nostradamus viene considerato il più famoso astrologo della storia.

Una folla immensa di lettori ha cercato in epoche storiche diverse di scoprire nelle sue Centurie gli avvenimenti del futuro.
Nessuno mette in dubbio il carattere oscuro delle profezie di Nostradamus. Tuttavia i critici dell’astrologo francese spiegano tale oscurità in un modo mentre gli ammiratori la spiegano in un altro.

Per tutti coloro che non credono nelle profezie di Nostradamus il carattere ermetico di tali profezie rappresenta la prova della loro falsità.
Essi affermano infatti che se egli avesse voluto realmente farsi capire avrebbe scritto in una maniera tale da farsi comprendere da tutti coloro che leggevano le sue Centurie.

Gli ammiratori dell’astrologo francese ritengono invece che il carattere oscuro delle sue predizioni sia dovuto a due motivi : l’argomento da esso trattato e il periodo storico nel quale Nostradamus scrisse le Centurie.

Per quanto riguarda l’argomento i sostenitori dell’astrologo francese affermano che egli ha utilizzato un linguaggio ermetico per non causare terrore e inquietudine in coloro che avrebbero letto le sue profezie. Infatti, in tali profezie vengono predetti molti avvenimenti catastrofici e traumatizzanti.

A dire il vero tale argomentazione ci sembra poco plausibile e credibile. Più plausibile ci sembra quella basata sul contesto storico sociale e religioso nel quale visse Nostradamus. Non dobbiamo infatti dimenticare che egli visse in un secolo nel quale l’inquisizione era pronta a colpire duramente. Pertanto è molto probabile che Nostradamus abbia adottato un linguaggio ermetico per proteggere la sua vita dal rogo e la sua opera dalla distruzione.

Un’altra argomentazione portata dai fautori dell’astrologia può essere espressa in questi termini: se nessuno dubita dell’influenza del sole sulle piante e di quella della luna sulle maree, perché si dovrebbe dubitare dell’influenza degli astri sulle vicende degli uomini ?
In terzo luogo, i difensori dell’astrologia citano alcune ricerche scientifiche che a loro dire dimostrano la capacità degli astri di influenzare il comportamento degli uomini.

A titolo di esempio citeremo due di tali ricerche.

Una di esse effettuata negli Stati Uniti sostiene che statisticamente i disturbi mentali ed emotivi aumentano con l’avvicinarsi del plenilunio provocando anche quelle che vengono definite esplosioni di pazzia.

Nel 1967 il dottor Jonas ,psichiatra cecoslovacco, espose in una relazione il risultato delle sue ricerche.

Le sue conclusioni si articolano in due punti.

Il sesso del nascituro varia a seconda che la luna si trovi nel campo positivo o negativo dell’ellittica nel momento del concepimento.
Inoltre, la capacità di sopravvivenza dell’embrione è fortemente influenzata dalla posizione di alcuni corpi celesti.
Nella sua relazione Jonas ha citato diversi casi che dovevano servire a dimostrare che la sua teoria funzionava anche in circostanze insolite.

I difensori dell’astrologia mettono altresì in evidenza che molti personaggi potenti e famosi nei diversi settori della vita sociale consultano gli astrologi prima di prendere decisioni molto importanti.

Vengono citati a titolo di esempio personaggi come Regan, Gianni Agnelli, Indira Gandhi .Inoltre viene messo in evidenza che negli studi degli astrologi situati nei pressi del Parlamento e del Senato a Roma si possono incontrare importantissimi uomini politici.

Tra l’altro i sostenitori dell’astrologia evidenziano che anche personaggi importanti nel mondo dello spettacolo quali attori e cantanti di grande prestigio consultano gli astrologi.

In quinto luogo i sostenitori dell’astrologia citano spesso le opere del grande psicanalista Jung che attribuiva grande importanza all’astrologia.

Soprattutto l’astrologia psicologica attribuisce grande importanza alle teorie di Jung che attribuì ad essa la capacità di esplorare le profondità della psiche umana e di fornire importanti informazioni agli psicologi.

In diversi suoi scritti Jung manifestò un profondo rispetto per l’astrologia considerandola un valido strumento per sondare i misteri del comportamento umano.

Egli ammise inoltre di aver utilizzato con una certa frequenza l’astrologia nella propria attività di psicoanalista.

Jung quando doveva effettuare diagnosi psicologiche particolarmente difficili utilizzava l’oroscopo che a suo dire gli forniva preziose informazioni sul suo paziente.

In particolare, Jung affermò in un suo libro che i dati che gli aveva fornito l’astrologia gli avevano permesso di chiarire determinati aspetti della personalità di alcuni pazienti che altrimenti gli sarebbero rimasti oscuri.

Egli considerava i segni zodiacali e i pianeti come simboli di processi archetipici che traevano origine dall’inconscio collettivo.

Gli archetipi dell’inconscio collettivo erano per Jung i principi universali organizzanti che motivavano e sottostavano all’intera vita psicologica individuale e collettiva.

A suo dire l’astrologia utilizzava gli archetipi dell’inconscio collettivo per comprendere le fondamentali spinte psicologiche del comportamento degli uomini.

Simili alle idee platoniche gli archetipi erano attivi sia a livello soggettivo che a livello oggettivo . essi si manifestavano tanto nelle idee innate della coscienza umana quanto nei processi fondamentali dell’universo cosicché condizionavano non solo il comportamento degli esseri umani ma anche il movimento dei pianeti.

Secondo Jung era proprio questa doppia natura degli archetipi dell’inconscio collettivo che permetteva di mettere in relazione la psicologia del profondo con l’astrologia nonché il movimento dei pianeti con la psiche umana.

Jung sosteneva che gli archetipi erano psicoidi cioè modellavano sia la mente umana sia la materia presente nell’universo ivi compresi i pianeti.

Jung era convinto che una particolare e ben definita situazione psicologica dell’individuo doveva essere accompagnata da un altrettanto ben determinata configurazione astrologica.

In sintesi, per Jung il grande valore dell’astrologia stava nel fatto di essere in grado di mettere in evidenza le correlazioni esistenti tra il moto dei pianeti e le esperienze e i comportamenti degli uomini.

La convinzione dell’esistenza di correlazioni tra i fenomeni psicologici e i dati astrologici portò Jung alla formulazione della teoria della sincronicità.

Egli definì la sincronicità come la simultaneità tra un certo stato psichico e uno più eventi esterni ivi comprese le posizioni dei pianeti.

Jung ritenne che l’astrologia funzionasse proprio in virtù de principio della sincronicità e cioè che i fenomeni psicologici si trovassero in significativo parallelismo con le posizioni dei pianeti in un dato momento.

Per concludere il nostro discorso intorno a Jung possiamo dire che benché lo psicanalista svizzero non abbia mai elaborato nessuna teoria sistematica riguardante l’astrologia sembrerebbe evidente che la sua teoria psicologica sia stata molto influenzata dal pensiero astrologico.

Esistono infatti tanti parallelismi tra la teoria psicologica junghiana e il pensiero astrologico cosicché bisogna pensare che alcuni dei concetti principali junghiani siano stati presi a prestito dall’astrologia.

Concludiamo tale articolo con due esempi significativi : le quattro funzioni Junghiane ( intuizione , sensazione , pensiero e sentimento ) trovano un riscontro astrologico nei quattro elementi ( fuoco ,terra, aria, acqua).

Infine, la sincronicità elemento basilare del pensiero Junghiano è considerata dallo psicanalista svizzero un vero e proprio ponte che mette in contatto l’astrologia con la psicologia.

Prof. Giovanni Pellegrino

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Inviami gli Articoli in Email:

2 Commenti

  1. Da astrologo devo contraddirla. Noi astrologi non crediamo in Nostradamus. Le fonti devono essere autorevoli ed affidabili. Forse ci sarà qualcuno che dà credito, ma ha provato a intervistare invece i maggiori esponenti di tale branca? Inoltre mancano all’appello delle ricerche importantissime. Questo articolo disinforma perché non considera fonti attendibili. Già il Kocku Von Stuckrad in “storia dell’astrologia” spiega l’aspetto ciarlatanesco di Nostradamus. Non mi risulta, e sono astrologo quotato e noto (per cui sulla mia materia ne so qualcosa), che noi astrologi facciamo riferimento a Nostradamus. Citiamo Tolomeo, Firmico Materno, Guido Bonatti, Placido Titi, e in tempi moderni Barbabult, ma Nostradamus no. Non mi risulta. Non comprendo il senso di questo articolo. Ci sono altri punti su cui sono in disaccordo, ma non voglio tediarla.

    • Credo che il Dott. Pellegrino abbia le sue ragioni per affermare quanto scrive. Certo il percorso di studi di uno scrittore e dottore in antropologia ha di certo una diversa formazione, e credo opinione, rispetto a quella di un astrologo.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.