La magia presso i popoli celti e germanici

Amicizia ed Incontri in Web Cam

La magia presso i popoli celti e germanici
La magia presso i popoli celti e germanici
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Come sanno tutti gli storici delle religioni la magia ha sempre rivestito una grandissima importanza in molte civiltà e in molti periodi storici a cominciare dalle epoche antichissime sin dalle origini della civiltà umana .

In questo articolo prenderemo in considerazione il ruolo rivestito dalla magia presso i celti e i popoli germanici.

Cominceremo il nostro discorso sulla magia interessandoci dei celti popolo molto misterioso che per tale ragione ha attirato l’attenzione di molti studiosi . Nella società celtica erano i druidi a gestire e controllare la dimensione del sacro e del soprannaturale . Essi erano i detentori nel mondo celtico del sapere ancestrale e cosmico , conoscitori dei segreti delle piante ed inoltre avevano l’importante compito di lanciare il malocchio contro i nemici ed infine erano anche medici e mediatori nell’ambito del gruppo sociale a cui appartenevano . Possiamo dire che i druidi celtici erano gli antenati di quelli che verranno in seguito chiamati stregoni o sciamani . I druidi erano altresì gli importantissimi sacerdoti della religione celtica , religione che ha da sempre attratto l’interesse degli storici delle religioni .

Soprattutto negli ultimi decenni la religione celtica ha attratto l’ interesse di numerosi studiosi i quali hanno messo in evidenza il grandissimo prestigio sociale che godevano i druidi , presso i popoli germanici la magia era praticata non da uomini ma da donne dotate di grandissimo potere sociale che prendevano il nome di Sibille .

Tali donne possono essere considerate le mediatrici del rapporto esistente tra i componenti della tribù e la dimensione magica religiosa e in senso lato soprannaturale . Al posto della quercia e del vischio che erano i simboli dei druidi celtici presso i germani il simbolo collegato con la dimensione magica e religiosa era il frassino , pianta che rivestiva un importantissimo simbolismo nella magia presso i popoli germanici . Infatti, il frassino nella complessa mitologia germanica affondava le proprie radici nel centro del mondo avvolgendolo completamente . Anche la mitologia germanica è stata oggetto di approfonditi studi da parte degli storici delle religioni che hanno concentrato la loro attenzione sulle principali divinità della religione germanica quali ad esempio Thor Odino etc. magia esoterismo celti romeni popoli germanici Thor Odino Fata Riviana channelling Acquariani druidi druidi celtici stregoni sciamani religione celtica Sibille mitologia germanica simbologia Merlino Progelandia Lancillotto movimento New Age

Sia presso i celti che presso i germani la natura era considerata incantata tanto che esisteva una complessa simbologia magica che condizionava profondamente sia la vita degli individui che quella della collettività .

Anche gli storici delle tradizioni popolari hanno compiuto interessantissimi studi intorno a tale complessa simbologia che faceva sentire pesantemente la sua influenza sui celti e sui popoli germanici . Molta importanza rivestiva nella memoria collettiva dei popoli il re celtico Merlino morto in battaglia nel 532 : egli è passato alla storia come il simbolo del mago per eccellenza nonché come il simbolo del vecchio druido che conosceva tutti i segreti della natura . Inoltre, Merlino aveva la fama presso molti popoli di essere in grado di parlare agli elementi della natura e di riuscire ad avere un assoluto controllo su di essi. Secondo la leggenda ( tale leggenda rientra nel famoso ciclo bretone che ha come protagonisti re Artù e i Cavalieri della Tavola Rotonda).

Merlino amava lasciare la sua corte per trascorrere moltissimo tempo nelle foreste in totale ed assoluta solitudine . Secondo la legenda Merlino quando si trovava in tali foreste assolutamente solo trovava l’ispirazione per comporre le sue celebri ballate che occupano un posto importante nella storia della letteratura . Un giorno Merlino nella foresta bretone di Progelandia fece un incontro di straordinaria importanza che condizionò tuta la sua esistenza : egli incontrò la Fata Riviana . Merlino si innamorò perdutamente di tale fata donna bellissima ed affascinante , l’incontro con la fata Riviana assunse grande importanza per la sua esistenza non solo perché ella fu il grande amore della sua vita ma anche perché gli insegnò tutti i segreti dell’arte magica .

Tra i personaggi del ciclo bretone a cui appartiene merlino rivestono grande importanza cavalieri come Lancillotto che si innamorò della moglie di re Artù Ginevra e che compì tutta una serie di grandissime ed eroiche imprese .

Concludiamo il nostro articolo mettendo in evidenza che nella mitologia germanica ed anche in quella di altri popoli europei rivestono grandissima importanza gli appartenenti al cosiddetto piccolo popolo ( fate, gnomi, elfi, folletti e anche ondine ed altri esseri magici . tali creature magiche utilizzavano spesso i loro poteri per interagire con gli esseri umani ed interferire nelle loro vicende individuali e collettive .

In particolare, le fate tra le quali abbiamo citato in precedenza Riviana erano esseri dotati di grandissimi poteri magici ambivalenti e bellissime : esse erano esseri misteriosissimi e plurisecolari che spesso affascinavano e conquistavano gli uomini con i quali entravano in contatto . Le fate rivestono oggi una grandissima importanza nel movimento New Age che ha ripreso nella sua dottrina elementi della mitologia della tradizione celtica .

Proprio il grande successo del new Age nel mondo occidentale ha riportato in grandissima auge l’interesse per il mondo e per la tradizione celtica . Oggi alcuni individui appartenenti al new Age sostengono di aver fotografato le fate e di aver stabilito contatti con loro attraverso il channelling una sorta di spiritismo praticato dagli Acquariani che si differenzia dallo spiritismo classico in quanto non si contattano solamente anime di morti ma soprattutto entità di vario tipo molte delle quali appartengono alla religione e alla tradizione dei celti e dei popoli germanici .

Infine, dobbiamo dire che secondo alcuni adepti del new Age sarebbe possibile ricevere dalle fate conoscenze che fanno parte del patrimonio del sapere ancestrale dell’ umanità in gran parte andato perduto . Secondo gli Acquariani i druidi e le sacerdotesse dei popoli germanici conoscevano gran parte di questo sapere antichissimo ed ancestrale e proprio per tale ragione sia i Druidi sia le sibille godevano di grandissimo prestigio nei loro popoli .

Prof. Giovanni Pellegrino
Prof. Ermelinda Calabria

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.