La cristologia del New Age

Vinci tutto supernealotto e giochi Sisal

La cristologia del New Age
La cristologia del New Age
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

In questo articolo prenderemo in considerazione i principali elementi della cristologia acquariana.

Nei circoli del New Age la figura di Gesù esercita una forte attrazione ma si tratta di un Gesù molto diverso da quello dei Vangeli canonici.

In pratica il Gesù acquariano è molto simile ai ricercatori metafisici del New Age. Vedremo ora quali sono le principali caratteristiche della cristologia acquariana.

In primo luogo, Gesù di Nazareth (il Gesù storico) è separato dal Cristo cosmico in quanto il primo è un uomo mentre il secondo preesiste a Gesù essendo energia, forza, coscienza cosmica.

In secondo luogo, per gli acquariani Gesù non è l’unica manifestazione del Cristo cosmico che si è incarnato in altri uomini (Budda, Zoroastro, Maometto etc.) e si incarnerà in futuro in altri uomini.

Di conseguenza Gesù non è l’unico Avatar del Cristo cosmico.

In terzo luogo, la morte di Cristo in croce viene negata in quanto solamente l’uomo Gesù morì sulla croce dal momento che il principio cristico si staccò da lui prima della crocifissione.

Alcuni gruppi acquariani sostengono che neppure Gesù morì in croce (Gesù sarebbe solamente svenuto sulla croce cosicché si sarebbe trasferito in Oriente dove sarebbe morto in tarda età).

In quarto luogo i documenti extrabiblici sono considerati fonti autentiche per conoscere gli aspetti della vita di Gesù non descritti nei Vangeli canonici.

Inoltre, una sorta di esegesi esoterica viene applicata ai vangeli angeli canonici al fine di effettuare una forma di purificazione del cristianesimo da tutti quegli elementi che a detta dei new agers impediscono di coglierne l’essenza esoterica.

Di conseguenza per la cristologia acquariana i Vangeli cristiani conterrebbero delle inesattezze che avrebbero almeno in parte deformato l’insegnamento autentico di Gesù per cui non sarebbero sempre attendibili.

In quinto luogo la cristologia acquariana rifiuta l’idea che Gesù sia risorto in quanto lo ritiene un uomo seppure eccezionale e non l’Unigenito Figlio di Dio.

Inoltre, per gli acquariani Gesù è un maestro cosmico venuto a ricordare agli uomini antiche verità dimenticate e ad indicare la strada per esprimere al massimo le potenzialità legate alla natura umana.

Tuttavia, per il New Age Gesù non è assolutamente il redentore dell’umanità sia perché gli acquariani rifiutano il concetto di peccato e l’idea di un redentore esterno all’uomo stesso sia perché negano che Gesù sia Dio.

Tra l’altro gli acquariani sono convinti che l’uomo è in grado di salvare sé stesso raggiungendo l’Illuminazione (trattasi di una forma molto spinta di auto soteriologia).

Un altro elemento che caratterizza la cristologia acquariana è il rifiuto del concetto di Parusia e quello di fine del mondo.

Il rifiuto del concetto di Parusia (seconda venuta di Gesù sulla terra per giudicare definitivamente gli uomini) è dovuta a due ragioni: in primo luogo gli acquariani ritengono che Gesù fosse un uomo e pertanto essendo egli morto senza risorgere non può ritornare una seconda volta sulla terra come Gesù.

Dobbiamo mettere in evidenza che gli adepti del New Age ammettono la reincarnazione ma non la risurrezione.

In secondo luogo, gli acquariani sono convinti che verrà sulla terra nell’era dello acquario una nuova manifestazione del Cristo cosmico che si incarnerà in un uomo diverso da Gesù.

Gli acquariani rifiutano poi il concetto di fine del mondo poiché essi ritengono che nessun Dio distruggerà mai la terra. Inoltre, gli adepti del New Age sono convinti che siamo alle porte di un’era nella quale l’umanità raggiungerà un livello spirituale e una felicità mai raggiunta prima.

Parimenti la cristologia acquariana rifiuta l’idea che Gesù verrà a giudicare gli uomini alla fine dei tempi o li giudichi alla fine della loro vita terrena (per gli acquariani gli uomini devono sottostare alla durissima legge universale del Karma, concetto che gli acquariani riprendono dalle religioni orientali).

Gli adepti del New Age non accettano neppure l’idea dell’esistenza della Trinità nella quale Gesù Cristo rappresenta la Seconda Persona Divina.

Gli adepti del New Age ritengono inoltre che Gesù non sia la sola via per conoscere Dio, dal momento che sono convinti che anche le altre manifestazioni del Cristo cosmico siano vie altrettanto valide per conoscere Dio.

Gli adepti del New Age ritengono che il nucleo degli insegnamenti di tutti gli Avatar del Cristo cosmico, ivi compreso Gesù siano gli stessi.

Inoltre gli Acquariani sono convinti che la nuova manifestazione del Cristo cosmico che caratterizzerà l’età dell’Acquario fornita agli uomini degli insegnamenti Più PERFETTI di quelli di Gesù ed in grado di sostituirsi ad essi.

Infine la cristologia acquariana sostiene che Gesù è il fondatore di una religione adatta agli uomini dell’Era dei Pesci.

Di conseguenza tale religione non è destinata ad essere la religione valida per tutti gli uomini ed in tutte le epoche storiche.

Ricordiamo che per la religione cattolica gli insegnamenti di Gesù rappresentano l’ultima parola perciò che riguarda la rivelazione divina agli uomini.

Secondo la cristologia acquariana Gesù non è altro che il fondatore di una religione destinata ad essere sostituita da un’altra che sarà fondata da un altro Avatar del Cristo cosmico ossia il nuovo Avatar dell’Era dell’Acquario.

Detto ciò riteniamo concluso il nostro discorso sulla cristologia del New Age.

Prof. Giovanni Pellegrino

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.