Fate, gnomi, elfi e folletti nella Wicca

Vinci tutto supernealotto e giochi Sisal

Fate, gnomi, elfi e folletti nella Wicca
Fate, gnomi, elfi e folletti nella Wicca
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

In questo articolo prenderemo in considerazione l’importanza della credenza nell’esistenza di fate gnomi elfi nella Wicca.

Queste creature magiche nel loro insieme prendono il nome di Piccolo Popolo.

Gli adepti della Wicca ritengono che sia molto importante cercare di entrare in contatto con il Piccolo Popolo e stabilire buoni rapporti con esso .

I Wiccan sono convinti che gli appartenenti al Piccolo Popolo posseggono delle conoscenze oramai non più in possesso per gli esseri umani, conoscenze che essi sono disposti a rilevare a tutti coloro che risultano loro simpatici e graditi .

Inoltre, i Wiccan sono convinti che questi esseri magici abbiano il potere di aiutare gli individui che si trovano in difficoltà utilizzando i loro poteri magici a favore di quelle persone che risultano loro gradite .

I Wiccan sostengono anche che questi esseri magici sono molto suscettibili e permalosi ragion per cui bisogna stare attenti a non urtare la loro sensibilità se non si vuole correre il rischio di subire le loro vendette e i loro dispetti .

I Wiccan sono convinti che i luoghi nei quali è più facile entrare in contatto con questi piccoli esseri sono i boschi , gli alberi nei pressi delle fonti , i pascoli di alta montagna , i siti archeologici nonché all’interno delle grotte delle caverne e delle miniere.

Dobbiamo pensare che questi esseri abitano in una dimensione parallela alla nostra : tale dimensione è in comunicazione con la nostra ragion per cui essi possono facilmente entrare nel nostro mondo ed instaurare rapporti con gli esseri umani .

A detta dei Wiccan gli esponenti del Piccolo Popolo abitano la cosiddetta Terra di Mezzo , un mondo tra i mondi che comunica con il nostro per mezzo di alcune porte invisibili che si aprono per  loro volere o in certi particolari momenti dell’anno .

Come abbiamo detto in precedenza il Piccolo Popolo è formato dalle fate gnomi elfi folletti .

Vediamo ora quali caratteristiche attribuiscono i Wiccan ai vari esseri magici in questione .

Per quanto riguarda le fate i Wiccan le considerano esseri dotati di grandi poteri magici .

Esisterebbero diversi tipi di fate che si differenziano le une dalla altre per il fatto che vivono in elementi diversi ( aria, terra, acqua e fuoco).

Per quanto riguarda le fate dell’aria i Wiccan credono che esse assumano le sembianze di uccelli farfalle lucciole .

Le fate che si possono incontrare più frequentemente sono a detta dei Wiccan le Silfidi che assumono le sembianze degli uccelli.

Molti autori le chiamano le spose del vento dal momento che giocando tra loro possono scatenare uragani e tempeste .

Intorno alle fate della terra si racconta che abitino nel terreno e che siano molto buone .

Per quanto riguarda le fate dell’acqua dobbiamo dire che le più famose sono le Ninfe che a detta dei Wiccan amano cantare danzare e nuotare nei laghi e nei torrenti di montagna.

Inoltre, esse sarebbero solite filare e tessere sulle sponde dei fiumi .

Per quanto riguarda le fate del fuoco i Wiccan sostengono che esse spesso si stabiliscono nei pressi dei camini o delle stufe dato che abitano tra le fiamme, spesso esse danzerebbero vestite di blu e verde tra le fiamme .

Le sacerdotesse della Wicca sono convinte che avere nella loro casa uno di questi esseri magici debba essere considerato un  segno di benevolenza da parte della Dea nei loro riguardi .

Detto questo prenderemo in considerazione gli gnomi .

Essi vengono considerati i più facili da incontrare tra i rappresentanti del Piccolo Popolo.

I Wiccan sostengono che spesso gli gnomi si affezionano agli uomini vivendo vicino alle loro case e sarebbero disposti a prestare il loro aiuto in cambio del tabacco o di un bicchiere di vino .

Tuttavia, quanti hanno la possibilità di incontrare gli gnomi non devono rivelare a nessuno la loro esistenza altrimenti gli gnomi andranno via dopo aver fatto una serie di dispetti.

Per quanto riguarda gli elfi i Wiccan li dividono in diversi gruppi tenendo conto del loro habitat .

Esisterebbero tre tipi di elfi : elfi dei monti, delle acque e delle foreste.

Si racconta che sia molto difficile entrare in contatto con questi esseri magici dal momento che essi non ricercano frequentemente la compagnia degli esseri umani .

Tuttavia, le rare volte che decidono di farsi vedere dagli uomini la loro apparizione è accompagnata da una musica dolcissima che determina negli individui che l’ascoltano delle sensazioni indescrivibili .

I Wiccan sostengono che la musica degli elfi sia l’unico grande dono che gli uomini possono ricevere da questi esseri magici .

Infatti, dopo aver ascoltato tale melodia tutte le energie negative che fanno sentire la loro influenza sugli uomini scompaiono .

Pertanto, l’individuo che ha avuto la fortuna di ascoltare la musica degli elfi attirerà su di sé solamente eventi positivi

Per quanto concerne  i folletti i Wiccan raccontano che tali esseri magici hanno la tendenza a farsi vedere spesso dagli esseri umani dal momento che gradiscono molto la loro compagnia .

Tuttavia, a detta dei Wiccan i folletti hanno la tendenza ad infastidire e fare scherzi alle persone che risultano loro antipatiche nascondendo loro gli oggetti , facendo loro dire cose senza senso , facendoli inciampare .

I folletti hanno anche il potere di trasformarsi in tutto ciò che vogliono : fiori, animali, fili di erba e soffi di vento.

I Wiccan credono che esistano tre tipi di folletti : folletti dell’aria folletti del fuoco e folletti degli alberi.

Per quanto riguarda i primi i Wiccan ritengono che abitino nell’aria e siano soliti spostare le nuvole creare mulinelli di aria .

I Wiccan invocano spesso questi esseri magici perché sono molto propensi a scherzare con gli esseri umani .

Alcuni Wiccan chiamano tali folletti “bacia-donne” dal momento che approfittano del fatto che sono invisibili per baciare le belle donne.

I Wiccan sono invece molto restii ad invocare i folletti del fuoco dal momento che non essendo consapevoli dei loro poteri possono provocare degli incendi causando danni alla natura nei confronti della quale i Wiccan nutrono un fortissimo amore .

Infine, i folletti degli alberi vengono spesso invocati dai Wiccan dal momento che li ritengono in grado di donare energia e pensieri positivi a coloro che riescono a entrare in contatto con loro.

Secondo i Wiccan per riuscire ad evocare gli esponenti del Piccolo Popolo bisogna rispettare alcune regole fondamentali .

In primo luogo, è necessario credere fermamente alla loro resistenza .

In secondo luogo, occorre recarsi in luoghi lontani dalla civiltà e dalla confusione .

In terzo luogo, è preferibile cercare di entrare in contatto con questi esseri magici in alcuni giorni dell’anno in cui sono particolarmente larghi i varchi che uniscono la nostra dimensione con la Terra di Mezzo .

In quarto luogo durante l’evocazione degli esponenti del Piccolo Popolo si deve assumere un atteggiamento umile .

In ogni caso i Wiccan sottolineano che il fatto di seguire queste regole non garantisce assolutamente la riuscita del tentativo di contattarli.

Infatti, la decisione di farsi vedere oppure no è una libera scelta di tali esseri che non possono in nessun modo essere obbligati a mostrarsi anche se vengono invocati seguendo tutte le regole.

Prof. Giovanni Pellegrino

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.