Fionda di nanomacchine per lanciare gli anticorpi dove servono

Fionda di nanomacchine per lanciare gli anticorpi dove servono
Fionda di nanomacchine per lanciare gli anticorpi dove servono
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/fionda-di-nanomacchine-per-lanciare-gli-anticorpi-dove-servono/

Medicina di precisione: la nanomacchina italo-canadese per portare farmaci dove serve. È un filamento di Dna sintetico che fa da cargo ai farmaci: rispetto ad altre analoghe sperimentazioni con nanomacchine, questa lavora con specifici anticorpi.

Il filamento di Dna (in nero) agganciato a due antigeni (gli esagoni verdi) trasporta un filamento di acidi nucleici (un ipotetico farmaco, in blu): l'insieme è analogo ai due bracci di un morsetto. L'influenza esercitata sugli antigeni da una macromolecola bivalente (un anticorpo, in arancione) provoca una deformazione del sistema che ne riduce la stabilità e porta al rilascio del materiale trasportato.|FRANCESCO RICCI ET AL.
Il filamento di Dna (in nero) agganciato a due antigeni (gli esagoni verdi) trasporta un filamento di acidi nucleici (un ipotetico farmaco, in blu): l’insieme è analogo ai due bracci di un morsetto. L’influenza esercitata sugli antigeni da una macromolecola bivalente (un anticorpo, in arancione) provoca una deformazione del sistema che ne riduce la stabilità e porta al rilascio del materiale trasportato.|FRANCESCO RICCI ET AL.
I ricercatori delle università di Roma Tor Vergata e di Montreal (Canada) hanno costruito in laboratorio una nanomacchina per consegnare un farmaco in un punto specifico del corpo umano: è un filamento di Dna sintetico (mezzo di trasporto del medicinale) che, arrivato a destinazione, agisce come una fionda e, letteralmente, lancia il farmaco dove serve.

Il filamento, 20.000 volte più sottile di un capello umano e lungo pochi nanometri (milionesimi di millimetro), ha estremità geneticamente programmate per legarsi a specifici anticorpi – ossia alle proteine attivate dal nostro corpo in risposta a virus e batteri. Quando si è ancorato, il filamento si tende e, come l’elastico di una fionda, rilascia il suo contenuto, che in questo caso è il preparato specifico e dosato con precisione.

I ricercatori hanno sperimentato la nanomacchina su tre diversi anticorpi, ma nello studio (vedi Nature Communications) affermano che le estremità del filamento sono programmabili per una gamma di anticorpi (ancoraggi), così da poter trasportare farmaci dosati per diverse patologie. Il prossimo passo della ricerca dovrebbe essere quello di definire uno scenario di sperimentazione.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/fionda-di-nanomacchine-per-lanciare-gli-anticorpi-dove-servono/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*