Esperimento ALPHA: Studiato lo spettro dell’antimateria

L'esperimento ALPHA, dove si è riusciti a intrappolare atomi di anti-idrogeno.|MAXIMILIEN BRICE / CERN
L'esperimento ALPHA, dove si è riusciti a intrappolare atomi di anti-idrogeno.|MAXIMILIEN BRICE / CERN
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/esperimento-alpha-studiato-lo-spettro-dellantimateria/

Dopo 20 anni di ricerche, un esperimento riesce a rilevare l’energia emessa dai positroni (gli anti-elettroni). Grazie all’esperimento ALPHA del CERN si è riusciti, per la prima volta, a individuare lo spettro di un anti-atomo di idrogeno: i ricercatori hanno cioè rilevato la transizione da un livello a un altro del positrone (ossia l’antielettrone) legato all’anti-protone. Il passaggio di livello determina un’emissione di energia definito appunto spettro dell’atomo.

Ciò è stato possibile intrappolando l’antimateria per un tempo sufficiente a osservare il salto dell’elettrone. Jeffrey Hangst, del progetto ALPHA, ha spiegato: «Intrappolare e muovere antiprotoni è relativamente facile, mentre è estremamente complesso fare la stessa cosa con un atomo di anti-idrogeno. Per riuscirci abbiamo progettato e costruito una trappola magnetica molto particolare, sfruttando le proprietà parzialmente magnetiche dell’anti-idrogeno».

I risultati dell’esperimento, pubblicati su Nature (in inglese), confermano quanto si ipotizzava: l’energia del salto di un anti-elettrone è analoga a quella emessa nell’atomo di idrogeno della materia normale, ossia quella di cui siamo fatti. Se non fosse stato così avremmo dovuto rivedere molti elementi della fisica e della chimica su cui si basano oggi le nostre conoscenze.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/esperimento-alpha-studiato-lo-spettro-dellantimateria/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*