ENTRARE IN CONTATTO CON LE GUIDE SPIRITUALI

ENTRARE IN CONTATTO CON LE GUIDE SPIRITUALI Angeli Custodi - Angelo Custode
ENTRARE IN CONTATTO CON LE GUIDE SPIRITUALI Angeli Custodi - Angelo Custode
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/entrare-in-contatto-con-le-guide-spirituali/

Il tuo primo contatto con le Guide (Angeli, Spiriti Guida) Il tuo primo contatto con le Guide avverrà quando sarai pronto a condividere con loro preoccupazioni, problemi e successi.
Loro, a turno, stabiliranno con te un contatto sottile avvicinandosi con delicatezza. Finché non svilupperai una certa confidenza con le loro vibrazioni uniche, potresti
avere la sensazione che si tratti solo di un sogno a occhi aperti e quindi decidere di lasciar perdere. Se nutri aspettative eccessive sulle tue Guide, farai molta
fatica a connetterti. La maggior parte delle persone si sorprende quando scopre quanto sia discreto l’intervento delle Guide.
Sotto l’influenza dei film di Hollywood e di certi romanzi, la gente si aspetta di incontrare strani esseri che irradiano luce celeste di notte, in realtà, di solito le Guide sono impalpabili quanto l’ala di una farfalla che ti sᴀ밄ora il viso! Perciò, se ti aspetti di sentire una voce tonante o un’apparizione di mago Merlino, andrai incontro a una
grande delusione. Il contatto con Entità Celesti si veriᴀ밄ca a un livello molto profondo ed intimo; non si tratta di incontrare qualcuno fisicamente!
La capacità di percepire le tue Guide è determinata dalla tua abilità di connetterti con loro, di percepire queste sottigliezze e di accettarle come comunicazioni importanti.
Per esempio, quando mi sono connessa con la mia prima Guida, l’ho percepita come una macchia di luce blu che restava sospesa sopra di me quando chiudevo gli occhi, ma che svaniva non appena li riaprivo. Di solito, quando si connettono con te, soprattutto le
prime volte, ti sembra di udire la tua voce interiore; tuttavia, la diᴀ洅erenza risiede in ciò che “distingue” la tuavoce da quella della tua Guida.
Ricorda che la principale funzione delle Guide è connettersi con la tua anima e darti consigli, ma solo se sei tu a chiederli. Quando parli con le tue Guide, stai semplicemente
valutando le diverse possibilità, come se ti confrontarsi con un amico fidato. Più dialoghi con loro, più loro risponderanno. Quando hai un dubbio o hai bisogno di un consiglio, ripeti ad alta voce: “Lo chiederò alle mie Guide” e poi rivolgiti a loro.
Lascia che rispondano pronunciando questa frase: “Dicono che: (aggiungi le loro parole).” Non temere di inventare tutto, ascolta il contenuto e la vibrazione di ciò che dici mentre permetti a te stesso di esprimerti liberamente. Esercitati ogni giorno per circa dieci minuti!
Devi sapere che: Connetterti con le Guide è una sottile arte comunicativa e più ti eserciti nel descrivere il tuo mondo interiore, più ti sentirai a tuo agio in quello di fuori. Quando hai a che fare con Spiriti Guida, intrecci una relazione con Esseri di Luce che ti oᴀ洅rono il loro aiuto con amore e amicizia!
Come tutti buoni amici, sono sempre pronti ad ascoltarti senza giudicarti, non cercano mai di controllarti o di dirti cosa devi fare, e non sminuiscono ne avviliscono il tuo Ego
Un altro modo per comunicare con le guide, oltre al dialogo, è scrivere dei messaggi.
Anziché articolare verbalmente ciò che ti trasmettono, puoi Anziché articolare verbalmente ciò che ti trasmettono, puoi scrivere le tue domande in un diario o in un quaderno e ricevere le loro risposte in forma scritta. La scrittura guidata funziona perfettamente perché si basa sul principio che ho descritto prima: le tue mani sono
direttamente collegati con il cuore, il luogo in cui avviene l’incontro con lo spirito.
Quando ti prepari per entrare in contatto con le tue guide, dovresti selezionare un particolare momento della giornata in cui sei rilassato e in cui nessuno ti importunerà.
Se hai domande o dubbi che ti tormentano in altri momenti, prendine nota su un quaderno e conservalo. (Non sorprenderti se ottieni la risposta prima che arrivi
l’ora stabilita per scrivere alle Guide.)
Trova un luogo dove puoi restare solo, spegni il telefono e assicurati di avere un po’ di privacy. Voglio precisare che non è importante scrivere con una penna su un foglio di carta o direttamente sulla tastiera di un computer. Quindi scegli lo strumento che ti fa sentire a tuo agio per scrivere.
Se scrivi alle tue Guide nel modo tradizionale, cioè con carta e penna, hai due opzioni: per scrivere le domande puoi usare la mano di cui ti servi abitualmente, usando
l’altra per scrivere le risposte; oppure cambiare mentalmente i canali di domanda e risposta, e usare la mano dominante per eseguire entrambe le opzioni.
(Ovviamente, se usi il computer, digiti allo stesso modo sia le domande che le risposte.)
Alle tue guide non importa quale mezzo scegli e non tarderanno a presentarsi, quindi scegli la soluzione che trovi più comoda e lasciati andare.
Dopo aver stabilito le tue intenzioni e quando sei pronto per iniziare a scrivere, presentati alle tue Guide e chiedi consiglio in questo modo: “Sono (… Scrivi il tuo nome) e chiedo alle mie Guide di assistermi e aiutarmi in questo momento”. Sii cortese e rispettoso e ricorda che stai chiedendo un consiglio, non stai rimettendo tutta la tua esistenza nelle mani di un essere superiore.
Formula la domanda in modo appropriato ed evita di domandare cosa dovresti fare. Chiedi piuttosto: “Quale indicazione potete offrrirmi per… (completa la frase)?”.
Avvicinati con delicatezza alle Guide e non bombardarle con una serie infinita di domande. All’inizio, non porre più di tre o quattro quesiti e non chiedere cose come “Chi sei?” Perché spesso le Guide scrivono in gruppo. Assicurati di aver convocato le più
potenti e aᴀ甇dati a loro. Le tue domande dovranno essere semplici e dirette. Le tue
Guide sono intimamente connesse con te e conoscono i tuoi problemi meglio di quanto immagini, perciò non è necessario perdersi in dettagli. Per esempio, una persona potrebbe scrivere: “Sto cercando di trovare un lavoro che mi dia soddisfazioni ma
mi sento bloccato e frustrato. Cosa mi consigli per capire come mai e come superare questa fase di stallo?”. Le guide sono intelligenti, quindi sapranno sicuramente leggere tra le righe.
Dopo aver messo per iscritto la tua domanda, solleva la penna dal foglio per un momento, apri il tuo cuore e ascolta. Fidati del tuo corpo; rilassati. Poi, reggendo morbidamente la penna, inizia scrivere appena senti di essere pronto.
Le tue Guide ti spingeranno a scrivere con delicatezza, quando è il momento opportuno, quindi non temere che si “impossessino” della tua mano.
Anche se in alcune occasioni le mie Guide erano così entusiaste e io ero così aperta che avevo la sensazione che la mia mano fosse guidata da una forza estranea, di solito
(almeno all’inizio) il desiderio di scrivere è debole quindi, quando lo percepisci, inizia subito. I consigli possono essere di lunghezza variabile, da poche parole a varie righe, a seconda del tuo stato psichico. Mentre scrivi, saprai che stai comunicando con le tue
Guide per via del tipo di contenuto, perché quando metti Guide per via del tipo di contenuto, perché quando metti nero su bianco le idee che ti passano per la testa, la
vibrazione che percepisci sarà una prova a loro favore. D’altro canto, se ricevi un consiglio che ti fa sentire a disagio, butta il foglio o brucialo perché potrebbe esserci
stata l’influenza di una guida minore che si è intromessa per esprimere la sua inutile opinione. Trattalo come tratteresti un cattivo consiglio qualsiasi, indipendentemente da chi te lo ha dato, e ignoralo. Per riuscire in questa attività devi essere determina to, ma
non ossessivo. Consulta le tue Guide anche ogni giorno se lo desideri, ma non dedicare più di mezz’ora questa attività. È meglio ricevere consigli a piccole dosi a dare loro
il tempo di sedimentare. Assaporale, rifleettici sopra, cerca di capire se ti fanno sentire calmo, stabile e sollevato, e poi dalli al tuo spirito per l’analisi finale..
Tocca a te: Quando scrivi alle tue Guide, è importante che tu sia rilassato, e non preoccuparti di non riuscire a stabilire un contatto. Sicuramente ti risponderanno, anche se a volte servono alcuni minuti o poco più. In realtà, in alcuni casi bisogna pazientare aspettare fino alla seconda o alla terza sessione per avere un riscontro.
Non devi fare altro che provare di avere fede… Prima o poi ti risponderanno.
Per imparare comunicare con le Guide tramite la scrittura, segui i seguenti passaggi:
Primo passaggio: mettiti in un posto tranquillo dove nessuno potrà interromperti, prima di cominciare, accendi una candela e recita una preghiera per tenere lontane le
energie inferiori. Secondo passaggio: stabilisci con precisione la tue intenzioni scrivendo: “Voglio dialogare solo con Guide superiori”. Poi presentati scrivendo il tuo nome e chiedi aiuto.
Terzo passaggio. Continua a scrivere le tue domande, una per volta, quando hai finito posa la penna tenendola con fermezza ma senza stringerla troppo. Sii pronto a cedere il
controllo alle Guide e a lascia che ti trasmettano la loro opinione. Le idee delle Guide fruiranno nella tua mente poi si affisseranno sul foglio. Non permettere alla mente di
censurare ciò che scrivi o di convincerti che ti stai inventando tutto. Ricorda sempre che il consiglio delle Guide è sottile e sembrerà una cosa del tutto naturale. Quando il ᴀfflusso si interrompe, appoggia la penna e rileggi ciò che è scritto. Infine voglio suggerirti di conservare tutte le tue comunicazioni con le Guide in un unico diario o raccoglitore, e di non perderne nemmeno una. Le indicazioni che ricevi potrebbero non corrispondere a ciò che ti aspettavi, magari non ne comprendi subito il significato, ma è sempre meglio tenerle da parte.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/entrare-in-contatto-con-le-guide-spirituali/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*