Database: terminologia e la sua struttura

Databse: terminologia e la sua struttura
Stiamo ad analizzare un comune database, alla quale ci offre tanti sviluppi da intraprendere: stiamoli a vedere
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/database-terminologia-e-la-sua-struttura/

In ogni ambito di un’attività umana, si ha a che fare con delle informazioni che vengono trasmesse e che devono essere conservate in maniera organizzata, e pronte all’uso: ecco che entrano in gioco i “data base”.


Dal punto di vista concettuale, un data base è un insieme di informazioni tra loro omogenee, strutturato secondo da poter essere consultato od ordinato secondo criteri differenti. Nel campo dell’informatica, un data base è un software il cui scopo principale è memorizzare, ordinare e ricercare le informazioni secondo un criterio specificato dall’utente. Per comprendere e descrivere un sistema di questo tipo occorre considerare quattro componenti fondamentali: il primo elemento da esaminare sono ovviamente i dati che formano il sistema; tali dati possono essere di vario tipo e avere un valore differente in rapporto all’importanza assegnata loro dall’utenza. I sistemi di gestione dei data base permettono un differente approccio strutturando le informazioni secondo una schema che consente di averle:

INTEGRATE, ossia l’accesso e la consultazione dei diversi dati sono omogenei ed evitano le ripetizioni; ciò significa che i dati di ogni dipendente, per esempio, della società vengono inseriti nel sistema una sola volta per poter essere recuperati per diversi usi.

RIPARTITE, ossia utenti possono accedere stesse alle stesse parti del data base per utilizzarle a scopi differenti.

LA STRUTTURA DI UN DATA BASE

La struttura di un data base è formata da tabelle, record e campi; esso è strutturato per contenere una serie di dati che caratterizzano ogni persona contenuta nell’elenco: nome, cognome, indirizzo, telefono ed altri dati. Ciascuno di questi attributi e detto CAMPO. Il nostro data base è composto da quattro campi, e possiamo dire che ogni persona e i relativi attributi come un sottoinsieme rispetto a tutte le informazioni. Ognuno di questi sottoinsiemi assume la denominazione di RECORD. Il modo di inserire i record e campi, in un data base è abbastanza diretto e controllabile dall’utente; per poterli identificare, i record, generalmente si assegna un numero a ogni riga; i campi invece sono identificati da un nome, e quindi una sorta di intestazione della colonna corrispondente.

BREVE CRONISTORIA DEI DATABASE

I progressi dell’informatica nel tempo, si sono sempre evoluti giorno per giorno, alla quale ogni azienda prendeva in considerazione l’uso dei data base per l’archiviazione dei loro dati in modo sicuri. Man mano che le imprese introducevano computer e le relative applicazioni per l’automatizzazione di attività, quali ad esempio, la gestione delle buste paga, la contabilità, il controllo degli inventari, e quindi tutte operazioni che, se eseguite con le tecniche tradizionali, richiedevano decisamente più tempo ed erano soggette a un margine di errore elevato. Ogni applicazione aveva infatti il proprio sistema di ordinamento e acceso ai dati memorizzati su supporto magnetico, che generalmente non era compatibile con quello degli altri; ciò causava problemi di sincronizzazione e di compatibilità, e perciò bisognava sviluppare programmi supplementari o addirittura duplicare i dati in alcuni casi, manualmente. La funzione principale di un data base è precisamente quella di riuscire a conciliare tutte le applicazioni che utilizzano lo stesso insieme di dati, ossia esso deve essere in grado di permettere che diverse applicazioni accedano agli stessi dati, in modo del tutto indipendente; quindi in forma breve, possiamo dire che:

-Memorizza un insieme di dati in forma unica, senza duplicazione di informazioni;

-Svolge funzioni di mantenimento di tali dati;

-Fornisce i dati ai programmi applicativi e agli utenti in modo che questi ultimi possano utilizzarli adeguatamente per i loro obiettivi e le loro necessità.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
https://scienzamagia.eu/database-terminologia-e-la-sua-struttura/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*