Nuovo rapporto Unesco fa il punto sulle riserve idriche mondiali

Accetta pagamenti in oltre 45 criptovalute
Nuovo rapporto Unesco fa il punto sulle riserve idriche mondiali
Nuovo rapporto Unesco fa il punto sulle riserve idriche mondiali
Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook

2050: scarsità d’acqua per 5 miliardi di persone. Nella Giornata Mondiale dell’Acqua, un allarme: nel 2050 metà della popolazione potrebbe trovarsi in aree con riserve esigue almeno una volta all’anno. La soluzione? Valorizzare i metodi di raccolta e conservazione naturali. L’irrigazione di campi agricoli è una delle principali voci nel bilancio mondiale della domanda d’acqua.

Cinque miliardi: tante sono le persone a cui, nel 2050, potrebbe mancare un regolare accesso all’acqua. A fotografare la preoccupante situazione è il Rapporto mondiale 2018 sullo sviluppo delle risorse idriche, pubblicato dall’Unesco e dal Programma UN Water delle Nazioni Unite alla vigilia della Giornata Mondiale dell’Acqua (giovedì 22 marzo).

La Scarsità di Acqua
Nel mondo più di un miliardo di persone non dispone di acqua potabile. Solo una piccolissima parte delle riserve di acqua dolce è attualmente utilizzabile. Il 70 % è utilizzato in agricoltura; il 23 % dall’industria; il 7% per usi domestici. La richiesta di acqua dolce è in continuo e rapido aumento. La crescente scarsità di acqua dolce in futuro potrebbe generare conflitti locali, come nel Medio Oriente. Le riserve d’acqua dolce, perciò, stanno diminuendo a causa dei ricorrenti periodi di siccità in gran parte dei paesi del mondo e a causa dell’incremento demografico. Nelle città costiere l’acqua marina riesce a infilarsi nelle falde freatiche svuotate d’acqua, contaminando quella residua. Molte falde sono inquinate da diserbanti, pesticidi e fertilizzanti. Anche un eccesso di irrigazione agricola può contribuire a contaminare le riserve di acqua dolce e rendono l’acqua di fiumi, ruscelli e laghi inservibile per usi agricoli e domestici.

Attualmente, 3,6 miliardi di persone abitano in zone in cui l’acqua scarseggia per almeno un mese all’anno, e la cifra è destinata a salire, con una popolazione mondiale che potrebbe arrivare a contare i 10,2 miliardi di unità entro metà secolo. Oggi utilizziamo in totale circa 4.600 km cubi d’acqua: il 70% se ne va per l’agricoltura, il 20% per le attività industriali e il 10% per consumi casalinghi. Tuttavia la domanda è destinata a crescere: negli ultimi 100 anni è aumentata di sei volte, e ogni anno sale dell’1%.

Condividi l'Articolo
RSS
Facebook
Facebook
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.