Global warming, allarme riscaldamento Mare Nostrum

Vinci tutto supernealotto e giochi Sisal

Global warming, allarme riscaldamento Mare Nostrum
Global warming, allarme riscaldamento Mare Nostrum
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Oceani, caldo record: temperature mai così alte nella storia: «Come sette bombe atomiche al secondo». Gli oceani non sono mai stati così caldi. Da uno studio internazionale arriva il nuovo allarme sul cambiamento climatico: nel 2021 le temperature hanno toccato valori mai raggiunti nella storia. Si tratta dell’ennesimo aumento, per il sesto anno consecutivo.

E tra tutti, il Mediterraneo è il bacino che si riscalda più velocemente. Secondo la ricerca pubblicata sulla rivista Advances in Atmospheric Sciences, «la variazione del contenuto termico degli oceani nel 2021 è equivalente all’energia che si otterrebbe facendo esplodere 7 bombe atomiche ogni secondo per tutta la durata dell’anno». Alla ricerca hanno partecipato 23 ricercatori di 14 istituzioni (tra cui l’Ingv ed Enea).Oceani, caldo record: temperature mai così alte nella storia: «Come sette bombe atomiche al secondo»

L’allarme riscaldamento globale

Gli scienziati spiegano come il riscaldamento sempre più veloce degli oceani dipenda direttamente dall’uomo e dai suoi comportamenti ed è un indicatore dei cambiamenti climatici. Nel 2021 tutti gli oceani del mondo hanno toccato temperature record nei primi duemila metri: le seconde più calde mai registrate erano state nel 2020, le terze nel 2019.

Il caldo degli oceani sovraccarica tempeste, uragani e piogge estreme con il conseguente rischio di gravi inondazioni. Oltre a questo, l’acqua più calda arriva a devastare le calotte glaciali di Groenlandia e dell’intera area Antartica che perde circa un trilione di tonnellate di ghiaccio all’anno. La conseguenza, che va da sé, è l’innalzamento del livello del mare.

Il Pacifico settentrionale ha fatto registrare un innalzamento definito “drammatico” dai ricercatori della sua temperatura dal 1990 e anche il nostro Mediterraneo nel 2021 ha toccato il suo record.  «Fino a quando non raggiungeremo emissioni nette zero, il riscaldamento continuerà e continueremo a battere i record di calore oceanico, come abbiamo fatto quest’anno», ha detto Michael Mann, scienziato del clima presso la Penn State University e uno dei 23 ricercatori che ha collaborato alla ricerca.

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.