3 miliardi di finanziamenti per trasporti e logistica al Sud

Vinci tutto supernealotto e giochi Sisal

3 miliardi di finanziamenti per trasporti e logistica al Sud
3 miliardi di finanziamenti per trasporti e logistica al Sud
Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Carfagna: «Nel Pnrr stanziati 1,2 miliardi per i porti e 630 milioni per le Zes». Gli Stati generali della logistica del Mezzogiorno si sono svolti a Napoli su iniziativa di Confetra
«Nel PNRR sono stati stanziati 1,2 miliardi per i porti meridionali e 630 milioni per le Zes di qui al 2026», lo ha ricordato il ministro per il Sud, Mara Carfagna, intervenuta agli «Stati generali della logistica del Mezzogiorno» che si sono svolti a Napoli per iniziativa delle Confetra regionali del Sud. «Dalla collaborazione istituzionale e da quella pubblico – privati – ha precisato il ministro Carfagna – può venire la svolta in grado di intercettare le nuove opportunità nascenti dall’Africa e dal Mediterraneo».

«Il Mezzogiorno deve mettere a fuoco una sua missione geostrategica distintiva, una sua vocazione logistica, e soprattutto deve ripensarsi come una grande macro regione europea di oltre 20 milioni di abitanti che si candida a svolgere una funzione peculiare e ad alto valore aggiunto – dal punto di vista geoeconomico – per il Paese e per l’Europa. Oggi credo che da questo evento sia venuto un importante contributo in questa direzione», ha sostenuto Guido Nicolini, presidente di Confetra.

Carfagna: «Nel Pnrr stanziati 1,2 miliardi per i porti e 630 milioni per le Zes»Vito Grassi: «Un grande sforzo per attuare i progetti»

Il PNRR rappresenta una grande occasione per colmare i divari materiali e immateriali che ancora caratterizzano il nostro territorio. Ma per realizzare la convergenza di cui abbiamo bisogno, e avvicinare il nostro Sud al resto del Paese e tutto il Paese all’Europa, servirà un grande sforzo sia nell’attuazione dei progetti previsti dal Piano, nell’implementazione efficace delle riforme, Servono una pubblica amministrazione efficiente, una giustizia certa, un fisco giusto e procedure semplificate, e ci servono ora, se vogliamo veramente riprenderci dalla crisi pandemica e affermare il nostro ruolo di leader in Europa». Lo ha detto Vito Grassi, vice presidente di Confindustria e presidente del Consiglio delle Rappresentanze Regionali e per le Politiche di Coesione Territoriale di Confindustria.

I trasporti fanno crescere il PIl

Ennio Cascetta, docente ed ex capo della struttura tecnica dell’ex ministro Delrio, ha ricordato i numeri del gap logistico, a partire dal segmento ferroviario: «L’AV in 10 anni ha contribuito al PIL nazionale con 42 miliardi – ha detto – . Nelle province dotate di AV, il PIL è cresciuto in media il 5% in più rispetto a quelle sprovviste. Ma siccome l’AV finisce a Salerno, paradossalmente l’AV ha accresciuto di 10 punti il divario Nord – Sud. Urge recuperare terreno».

Masutti (Rfi): «Investimenti al Sud pronti a partire»

Gli ha risposto Anna Masutti. La presidente di RFI ha messo a fuoco gli investimenti nel Mezzogiorno programmati dal gestore della rete sottolineando che «gli adeguamenti prestazionali su modulo, sagoma e carico assiale sono il cuore degli interventi di RFI rispetto a Zes e PNRR Mezzogiorno.Inoltre il Piano Accelerato ERMTS, che vale oltre 3 miliardi, aumenterà sicurezza e prestazioni grazie all’ innovazione tecnologica e digitale».

In forte crescita i traffici nel Mediterraneo

Alessandro Panaro di SRM ha sottolineato quanto «La portualità meridionale, e sud europea più in generale, possa trarre vantaggio dalla prossimità territoriale rispetto al Mediterraneo, guadagnando fette di mercato rispetto ai porti del Northern Range. A condizione che Zes e connessioni retroportuali decollino sul serio». Le imprese manifatturiere del Mezzogiorno – ha chiarito – già utilizzano i porti per il 57% del valore del proprio import / export, contro il 33 della media nazionale. Inoltre il 47% di tutti i volumi nazionali movimentati nei porti transita nei e dai porti del Sud. «Questa naturale vocazione marittima dell’economia meridionale è un valore da sfruttare».

Condividi l'Articolo
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
INSTAGRAM

Ricerca in Scienza @ Magia

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.