Professionisti di web marketing? Ecco 3 consigli!

Professionisti di web marketing? Ecco 3 consigli!
Professionisti di web marketing? Ecco 3 consigli!
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/professionisti-di-web-marketing-ecco-3-consigli/

L’altro giorno ricevo una mail da Eleonora:

________________

“Caro (se non ti dispiace ti do del TU). Premetto, sono Eleonora e gestisco un vero Agriturismo sulla costa livornese (abbiamo una vera Azienda Agricola dietro!).

L’Azienda è di famiglia, io mi occupo della parte agrituristica da quando abbiamo iniziato questa attività (più di 10 anni) e le cose sono veramente cambiate in questo tempo! Sono sposata ed ho 3 bambini (bellissimi, che in parte mi aiutano in questo lavoro, anche con i clienti! ).

Ho letto su Facebook alcuni tuoi post e sinceramente e sfortunatamente mi ritrovo in alcuni tuoi commenti in particolar modo sugli “errori” che noi imprenditori compiamo nelle nostre scelte. A volte un po’ per ingenuità , un po’ per mancanza di tempo, ci affidiamo a persone che pensiamo risolvano i nostri problemi e che si presentano come persone che “garantiscono a voce” grandi risultati, ma poi alla fin fine non ci sono!

Sicuramente le cause sono molteplici…
Abbiamo cambiato più volte la ditta che ci ha fatto il sito e che lo gestisce, in questi ultimi 2 anni il sito è solo un biglietto da visita che, se non pubblicizzato in altro modo, nessuno trova! Ci siamo appoggiati l’anno passato ad una Agenzia di web marketing rinomata (che ci ha dato tante idee) e abbiamo deciso di fare delle pubblicità con ADWords su Google (abbiamo speso tanto e zero risultati immediati) e contemporaneamente ho aperto una pagina Facebook e sinceramente è quella che mi da più “soddisfazioni”. Riusciamo ad avere sempre più contatti e “manteniamo vivi” i rapporti con i vecchi clienti…

NON SONO UN TECNICO, sono un’ AUTODIDATTA! Continuerò a leggere i tuoi post volentieri e le newsletter!

Ogni consiglio è sempre ben accetto!
A presto!
Eleonora”

________________

E’ inutile dirti quante volte ho sentito e letto storie di questo tipo. Conosco molto bene il problema e di seguito troverai 3 consigli utili per cercare di arginarlo al massimo.

Mi interesso al web marketing da più di 15 anni ed è questo il semplice motivo per cui conosco un enorme numero di operatori del settore, alcuni dei quali a dire il vero sono anche amici. Ci sono numerosi professionisti davvero esperti che fanno il proprio lavoro con dedizione ed etica, portando reali risultati ai clienti.

Dall’altra parte della barricata potresti trovare chi invece si autoproclama professionista ma in realtà non lo è. Non mi riferisco alla categoria dei fuffaroli e dei ciarlatani, di cui ho già ampiamente parlato. Faccio riferimento soprattutto agli improvvisati, cioè chi specie negli ultimi anni ha considerato il web marketing come scorciatoia (all’apparenza semplice) per trovare un posto di lavoro alternativo, oppure chi in precedenza si occupava di altro e ha visto nel web marketing un’opportunità per allargare il proprio “catalogo servizi”. Il problema è che il web marketing non è vendibile a tanto al kilo come le arance al mercato, non è vendibile “a pacchetto”, il web marketing non è l’accessorio del sito web… al limite è il contrario: il sito web è l’accessorio della strategia di web marketing.

Insomma, per una infinita lista di motivi per cui non mi interessa tediarti, nell’ambito del web marketing puoi imbatterti in veri professionisti e in quasi (o del tutto) improvvisati.

Per questo motivo di lascio di seguito con 3 consigli utili che spero ti possano aiutare nella scelta (e individuazione) dei veri professionisti:

1. Diffida da chi ti parla solo di numeri che NON contano.

Quali sono i numeri che davvero contano per la tua azienda?

Per qualunque azienda la risposta sarà più o meno sempre la stessa: fatturato, numero di clienti, numero di contatti, margini, numero di ordini per cliente, “scontrino medio”, ecc.

Banale vero? Dopo tutto le aziende vivono di fatturati, non di like su Facebook.

Quali sono i numeri che NON contano?

I numeri che NON contano sono quei numeri che hanno senso SOLO e unicamente in presenza di RISULTATI REALI.
I numeri che misurano le performance di alcuni STRUMENTI: Like, Visitatori, cpc, ctr, impression, fan, click, condivisioni, visualizzazioni, follower, retweet …

Per raggiungere gli obiettivi prefissati (ad esempio in termini di “n” nuovi clienti) è indispensabile monitorare i numeri relativi alle performance dei singoli strumenti che, lo ricordiamo, da soli NON rappresentano mai il nostro REALE OBIETTIVO, ma allo stesso tempo potrebbero servirci a capire se qualcosa funziona o meno (si parla quindi di KPI, indicatori di performance). È ad esempio indispensabile capire se il nostro sito web intercetta visitatori, da quali fonti di traffico e se e quanto è in grado di convertire questi visitatori in clienti o prospect. Insomma chi fa web marketing ha costantemente a che fare con numeri di tutti i tipi e, negli ultimi anni, anche con i numeri “tipici” dei social network, cioè i numeri che dovrebbero (condizionale è d’obbligo) indicarne le performance.

Nota bene: i numeri che misurano le performance degli strumenti hanno VALORE solo in presenza di risultati reali.
1000 visitatori sul sito hanno valore solo se alcuni di questi, immediatamente o successivamente, effettuano una conversione. 10000 fan su Facebook hanno valore solo se si dimostrano, con i fatti, potenziali clienti (che in seguito compiono un’azione di conversione), oppure clienti già acquisiti che chiedono assistenza (ad esempio).

Per questo semplice motivo gli indicatori di performance non rappresentano mai un obiettivo. L’obiettivo di un piano di web marketing non può essere l’incremento del numero di visitatori o fan o click, anche perché…

…è possibile “MANIPOLARE ad arte” i numeri che indicano le performance di un sito, di un social e di un motore di ricerca, ma non è di certo possibile manipolare il numero di vendite e clienti o prospect effettivamente acquisiti.

I professionisti parlano SEMPRE di numeri che contano.

Ecco il primo consiglio. I professionisti di Web Marketing discutono con l’imprenditore di numeri che contano, ovvero di come il web marketing potrà aiutare l’azienda a raggiungere i propri obiettivi in termini di incremento di clienti, fatturato, ecc.

I professionisti non vendono semplicemente like su Facebook poiché sanno bene che non hanno alcun valore se non in presenza di risultati reali. I professionisti non vendono “visibilità” fine a se stessa. La visibilità, i like, i visitatori sono numeri facilmente vendibili agli imprenditori che credono abbiano un valore, ma in realtà il rischio di manipolazione è altissimo, visto che chiunque può acquistarne di finti. Esiste un enorme mercato di “numeri che non contano”. Invece, come ben sai, i clienti non si possono acquistare a tanto al kilo :-)

Ricorda: i professionisti dovrebbero spiegarti come gli “strumenti” che ti stanno vendendo possano incrementare i numeri che per te davvero contano.

2. Soluzioni specifiche per problemi sconosciuti.

Ogni tanto parlo scherzosamente del cosiddetto “miocuggino“, cioè il personaggio che dispensa consigli (certe volte anche in buona fede) perché alcune volte ha risolto un problema in un certo modo e da quel momento è convinto che nello stesso modo si possano risolvere i problemi del mondo intero :-).

Esempio. Anni fa soffrivo di un fastidioso mal di schiena. Il mal di schiena sparì miracolosamente quando iniziai a fare dei semplicissimi esercizi lombari. Ero così entusiasta di questa (presunta) scoperta che mi sentivo in dovere (e diritto) di suggerire gli stessi esercizi a chiunque avesse mal di schiena. C’erano però 3 problemi di cui ho preso consapevolezza successivamente:

1. Non potevo esser certo di esser guarito grazie agli esercizi lombari. Era una semplice supposizione.
2. Non potevo esser certo che il mio problema fosse identico a quello degli altri. La mia presunta “cura miracolosa” avrebbe potuto addirittura danneggiarli.
3. Non ero e non sono ortopedico :-)

Cosa differenzia me da un Ortopedico?

In genere il professionista PRIMA di darmi una soluzione effettua una ANALISI, mi visita, mi prescrive specifiche analisi per accertarsi del reale problema. Dopo aver individuato il mio problema, sarà in grado di suggerire una soluzione per il mio caso specifico.

Torniamo al web marketing. NON esiste una strategia di web marketing sensata in assenza di ANALISI. I professionisti di web marketing prima di individuare la soluzione che meglio fa al caso tuo, ti diranno che devono analizzare attentamente i dettagli del tuo caso, il tuo mercato, i tuoi concorrenti, il processo di acquisto tipico dei tuoi clienti. Così come l’ortopedico, il professionista di web marketing non è nelle condizioni di fornirti soluzioni sensate senza prima aver effettuato un’analisi.

La cosa buffa è che alcune volte l’imprenditore confonde l’improvvisazione con “sicurezza e preparazione” e pensa:”Se senza conoscermi e farmi domande mi fornisce già una soluzione, vuol dire che ha le palle!

No, è l’esatto contrario. Chi improvvisa ha sempre in mente la vendita di qualcosa e quindi ha sempre una “soluzione a portata di mano”, anche quando non sa chi tu sia.

Il professionista non ha sempre la soluzione in tasca perchè prima di trovarne una deve conoscere il problema.

3. Consapevolezza

Acquistare servizi di web marketing equivale per certi versi ad acquistare servizi e prodotti di altro tipo. In poche parole: maggiore è la quantità e la qualità di informazioni a tua disposizione, più “consapevole” sarà la tua scelta. E come puoi facilmente immaginare, è vero anche il contrario

In genere, quando non disponiamo delle giuste informazioni, le nostre scelte sono influenzate da fattori che NON ci offrono alcuna reale garanzia. Ci facciamo ad esempio influenzare da ciò che hanno fatto altri prima di noi, supponendo abbiano compiuto una scelta corretta e che vada altrettanto bene nel nostro caso. Certe volte ci lasciamo addirittura influenzare dai “prezzi”, supponendo che ad un prezzo più alto corrisponda una qualità più elevata e viceversa.

Alcune volte ci va bene, altre no. Accade lo stesso quando intuiamo che il web marketing è importante, ma le esperienze con agenzie e consulenti che abbiamo scelto non ci soddisfano e siamo portati a dare la colpa all’esterno, anche quando ripetiamo gli stessi errori. Gli errori sono spesso dovuti al fatto che di web marketing non sappiamo molto, a parte aver capito che in qualche modo è utile e ci affidiamo “completamente” a qualcuno di esterno all’azienda. Questo in certi casi è molto rischioso.

Al contrario, dopo le brutte esperienze, tentiamo alcune volte la strada dell’autodidatta che, come nel caso di Eleonora, potrebbe dare qualche soddisfazione, ma in realtà i tentativi che riguardano l’uso di alcuni strumenti piuttosto che altri non rappresentano una soluzione. Qualche giorno fa, proprio a proposito di Travel, ho scritto un articolo che dovresti leggere e che spiega come non conta quali strumenti utilizzi ma COME gli utilizzi INSIEME e in funzione del processo tipico di acquisto dei tuoi clienti.

Non esiste un “metodo” scientifico che permetta di scegliere senza farsi male, poichè una buona decisione dipende innanzitutto da quanto siamo noi stessi in grado di prenderla.

Più conosciamo ciò che ci serve, più la scelta sarà consapevole e li fuori ci sono anche tante agenzie e ragazzi realmente in gamba… te lo assicuro.

L’imprenditore che comprende il valore del web marketing dovrebbe imparare ad acquistare e non solo a farsi vendere qualcosa.

Ecco ciò che spesso accade oggi:

acquisto1

Ecco come dovrebbero andare le cose in futuro (speriamo):

acquisto2

Il problema è che oggi l’informazione nell’ambito del web marketing è quasi totalmente dedicata agli strumenti, come le campagne su Facebook, le campagne su Google, l’utilizzo delle email, ecc.

Ciò è un bene in realtà, visto che gli operatori del settore, e i ragazzi che iniziano questo lavoro, devono saper utilizzare bene gli strumenti e rimanere costantemente aggiornati. Il vero problema è che questo tipo di informazione non serve realmente agli imprenditori che non dovrebbero conoscere come tecnicamente si utilizza uno strumento (il cui uso può esser delegato ai professionisti), ma dovrebbero capire che ruolo svolge in una strategia, dovrebbero sapere PERCHÉ nel loro specifico caso è utile (o meno). Ciò permetterà agli imprenditori di scegliere i professionisti con maggior cognizione di causa e quindi di acquistare consapevolmente.

Oggi questo tipo di informazione è quasi inesistente e di certo non è colpa nostra. Anzi, proprio questo è uno dei principali motivi che ci ha spinto a creare questo articolo.

Uno degli obiettivi indiretti di conoscere WMI (Web Marketing per Imprenditori) è infatti fornire le giuste informazioni al fine di comprendere definitivamente come, quando, perché scegliere alcune agenzie piuttosto che altre e, soprattutto, capire quanto chi si proclama esperto… lo sia davvero.

Se sei un imprenditore interessato a diventare completamente autonomo nell’elaborazione della strategia di web marketing specifica per la tua azienda.

Contatta Sam9999 per informazioni maggiorei da QUI!

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/professionisti-di-web-marketing-ecco-3-consigli/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*