L’anima gemella non esiste

L'anima gemella non esiste
L'anima gemella non esiste
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/lanima-gemella-non-esiste/

L’idea di anima gemella è molto diffusa. Ci porta a pensare che ci sia una persona nel mondo con cui siamo destinati a passare tutta la vita ed essere felici. Questa idea ci è stata trasferita dalle storie che ci hanno raccontato da piccoli. Il principe, il cavaliere, cerca la sua principessa, la sua dama, e viceversa. Ogni favola che si rispetti termina con un bel “vissero felici e contenti”. In qualche modo sembra che tutte le difficoltà siano concentrate nella ricerca della propria metà, dell’anima gemella e che, una volta che ci si è trovati, tutto andrà liscio. Questa è un’idea romantica, adolescenziale, che può facilmente indurre in confusione, ostacolandoci nel fare il salto percettivo che ci permetterà di cogliere l’autentico significato della relazione.Abbiamo vissuto numerose vite. Durante queste esperienze di vita fisica abbiamo incontrato e interagito con tante Anime. Con alcune di esse abbiamo sperimentato dolore, colpa, risentimento, amore, gioia, unione. Con alcune di esse abbiamo iniziato a realizzare cose che ci permettevano di sperimentare appieno il nostro dono animico. Tutto ciò che è rimasto in sospeso deve essere completato. Il dolore deve essere guarito, ciò che non abbiamo portato a termine deve essere completato. Per fare questo incontriamo nuovamente alcune di queste Anime anche nella vita attuale. Ogni Anima è collegata a tutte le sue vite, passate e future, è colegata a tutte le menti che vita dopo vita si sono sviluppate in una certa direzione. In alcune vite la mente si è avvicinata all’Anima (sentimento), in altre se ne è allontanata, producendo più dolore per sé e per gli altri.Quando incontri un Anima con cui è rimasto qualcosa in sospeso si mette in moto una energia che può essere di attrazione, di repulsione, paura o mista di attrazione e paura. C’è qualcosa che ci lega ad essa ma la mente non capisce cosa sia e può portarci facilmente fuori strada. È una occasione per portare a termine qualcosa e sciogliere il dolore residuo accumulatosi nelle interazioni precedenti. Ma questo è possibile solo se le menti ricordano ciò che è stato in passato e si impegnano a vivere la relazione con una consapevolezza più ampia. Nessuna relazione è libera da difficoltà, dubbi, ostacoli, perché oltre alle dinamiche che ci portiamo dietro dalle interazioni in vite precedenti la mente legata alla vita attuale ci mette del suo e scarica sulla relazione aspettative e paure.Per sperimentare tutto questo con una consapevolezza più ampia è necessario prima di tutto prendere coscienza che abbiamo vissuto tante vite, non basta capirlo in teoria, serve farne esperienza attraverso il ricordo cosciente. Poi sintonizzarsi, mettersi in ascolto, con la forza spirituale al proprio interno, una forza che è oltre la mente. Questa non vede oltre il proprio naso, non riesce a concepire l’esistenza di altre vite poiché è nata con il corpo fisico, in questa vita. La parte spirituale e la parte animica invece vivono nel non tempo e hanno accesso al nostro intero passato e ai nostri possibili futuri. La logica mentale è distante dalla saggezza della parte spirituale e dall’energia animica dell’amore. Il suo compito è allinearsi a questa conoscenza e all’amore attraverso il contatto con le parti spirituali. Se entrambi i partner intraprendono questo percorso allora la coppia animica può andare avanti fino alla chiusura del ciclo che li tiene legati. Se questo non avviene o se solo uno dei due è disponibile ad allinearsi alle indicazioni delle parti spirituali allora la mente potrebbe prevalere portando alla separazione. A questo punto tutto sarà rimandato alle esistenze future.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/lanima-gemella-non-esiste/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*