Software @ Management - Assistenza Tecnica e Corsi
Informatica ed Internet. Grafica per la stampa ed il web.
Creazione ed Aggiornamento siti web. Campagne MMM SEM SEO!

La pillola dell’amore online? E’ falsa…

La pillola dell'amore online? E' falsa...
La pillola dell'amore online? E' falsa...
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/la-pillola-dellamore-online-e-falsa/
La pillola dell’amore la compro online. Peccato che sia falsa. Quasi 7 farmaci contraffatti su 10 sono molecole per la disfunzione erettile. Usate per l’automedicazione. Spesso non contengono principio attivo, o ne hanno fino al doppio. Con gravi rischi per la salute

Pillole contraffatte, farmaci rubati, molecole chimiche spacciate per rimedi naturali. È un mondo vasto e variegato quello dei farmaci falsificati, ma anche in questo mercato illegale esistono alcuni punti fermi: il commercio oggi vive sul web, attira principalmente una clientela maschile e in quasi sette casi su 10 riguarda farmaci per la sfera sessuale, prodotti contro la disfunzione erettile che vengono usati per l’automedicazione o per migliorare le proprie performance erotiche. Sono i dati emersi nel corso del convegno “Contraffazione, un virus da estirpare”, organizzato a Roma da Federfarma Servizi – Associazione nazionale delle aziende di distribuzione intermedia di proprietà dei titolari di farmacia – in collaborazione con la Società Italiana di Urologia.

Tutta colpa del web. Oggi, ha spiegato il presidente di Federfarma Servizi, Antonello Mirone, i farmaci contraffatti si comprano principalmente sulla rete, grazie a un esercito di farmacie web illegali: solo nel 2016 le autorità ne hanno chiuse ben 20 mila, e dall’inizio del 2017 le chiusure hanno già superato quota seimila. Ma fino a che ci sarà domanda, il problema del commercio illegale resterà difficile da arginare solamente con interventi di controllo e repressione, perché, come per la leggendaria idra, per un sito web chiuso ne vengono aperti altri due. La questione è principalmente culturale. Un’indagine svolta dall’agenzia del farmaco Aifa e dalla Sapienza di Roma su mille internauti ha rivelato infatti che il 41% del campione riteneva positivo l’acquisto di farmaci online e il 43% considera il web una fonte sicura per l’acquisto di medicinali.

Convinzioni pericolose, soprattutto se si va ad indagare il reale contenuto di pillole e fialette contraffatte comprate sulla rete. Un’indagine del Pharmaceutical Security Institute rivela infatti che in un caso su tre non contengono alcun principio attivo, il 20% ne contiene quantità scorrette, il 21,4% è composto da ingredienti sbagliati, il 15,6% presenta quantità corrette di principio attivo ma ha un packaging falso, e l’8,5% presenta alte quantità di contaminanti e altre impurità potenzialmente dannose. Di fronte a tanti potenziali rischi per la salute pubblica, il convegno è stata l’occasione per annunciare il lancio di una campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica: “Pillole Fakeshare”, un progetto che prevede la realizzazione di video informativi ‘in pillola’ sui rischi dei farmaci falsificati e l’importanza di rivolgersi ai canali ufficiali di distribuzione. I filmati saranno sul sito www.socialfarma.it

Una storia al maschile. Guardando alla classifica dei best seller farmacologici, i più venduti online sono molecole per contrastare la disfunzione erettile. “La domanda è tanta perché sono ancora troppi gli imbarazzi dei pazienti a parlare col medico delle difficoltà sotto le lenzuola”, ha raccontato Vincenzo Mirone, segretario della Siu. “Così spesso si cade nella scorciatoia del fai da te”. Ma i rischi sono enormi: “I prodotti acquistati sul web sono impuri – continua l’esperto – e possono contenere tracce di di altri principi attivi che mettono a repentaglio la salute”. Spesso infatti le produzioni illecite utilizzano un unico macchinario, su cui rimangono tracce della produzione precedente. È il caso degli ipoglicemizzanti trovati in alcune di queste pillole, che hanno provocato anche decessi a causa di forti crisi ipoglicemiche.

Dopo le pillole per la disfunzione erettile i farmaci più diffusi online sono pillole per dimagrire, anabolizzanti, integratori e vitamine. Ma sempre più spesso, avverte l’esperto, si segnala la vendita online di farmaci antitumorali, la cui assunzione ha una probabilità elevatissima di fare danni. “Inoltre – ha aggiunto Mirione – è stato dimostrato che l’85% dei farmaci venduti sul web contengono impurità pericolose, dall’arsenico al veleno per topi, dall’acido borico alle polveri di cemento, mattoni, gesso o talco”. Quando presente, il principio attivo delle pillole magiche è spesso a dosaggi sballati, fino al doppio delle quantità normali. E visto che spesso la disfunzione erettile è il primo segnale di patologie cardiovascolari, l’esposizione a farmaci inadeguati, assunti senza alcun controllo medico, può avere conseguenze estremamente gravi.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/la-pillola-dellamore-online-e-falsa/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Shop @ Magiko - Vendita online di Articoli Esoterici e Magici. Ritualistica e Festival Anno Magico!