Coltivare i propri prodotti in casa

Coltivare i propri prodotti in casa
Coltivare i propri prodotti in casa
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/coltivare-i-propri-prodotti-in-casa/

La fattoria verticale formato Ikea. La compagnia scandinava sta testando Lokal, un sistema di coltivazione indoor per far crescere ortaggi direttamente dentro casa, con un minimo impatto idrico e ambientale.

Niente terra e pochi sprechi d'acqua: la filosofia di Lokal. Vedi anche: le tecnologie che stanno cambiando il nostro modo di mangiare.|SPACE10.IO
Niente terra e pochi sprechi d’acqua: la filosofia di Lokal. Vedi anche: le tecnologie che stanno cambiando il nostro modo di mangiare.|SPACE10.IO

 Dai mobili di cucina all’alimentazione del futuro: Space10, il laboratorio di Ikea dedicato all’innovazione, sta lavorando a un prototipo di mini-orto domestico per far crescere insalata, erbe aromatiche e altri ortaggi velocemente e senza sprechi.

MENO SPRECHI. Il progetto si chiama Lokal e sfrutta la tecnica delle coltivazioni idroponiche (cioè senza l’uso di suolo, rimpiazzato da un cocktail di nutrienti disciolti in acqua) per far crescere i vegetali su carrelli impilabili l’uno sopra l’altro. Questo sistema, insieme a una speciale illuminazione LED a basso impatto energetico, consentirà – secondo i designer – di coltivare la verdura tre volte più velocemente rispetto a un orto tradizionale, e con il 90% di acqua in meno.
Vassoi accatastabili in uno spazio compatto. | SPACE10.IO
Vassoi accatastabili in uno spazio compatto. | SPACE10.IO

 

FAMMI VEDERE COME STA LA LATTUGA. L’obiettivo è trasferire in casa, e in poco spazio, i benefici già collaudati delle fattorie verticali. Il tutto, con un tocco tecnologico: il team di Space10 sta infatti verificando la possibilità di inserire sensori nei vassoi da coltivazione, per permettere agli “agricoltori 3.0” di monitorare la crescita degli ortaggi con lo smartphone, attraverso la app di Google Home. Un altro progetto è utilizzare il machine learning per analizzare i dati forniti dai giardinieri di Lokal, e ottimizzare i raccolti.

LE PROSSIME FASI. Secondo Michael La Cour, amministratore delegato di Ikea Food Services, il progetto è ancora in una fase preliminare, e non è detto che arrivi presto alla vendita al dettaglio (o che ci arrivi del tutto). Ma se accadesse sarebbe un primo passo per rendere la produzione, e il consumo a impatto zero (o quasi), un po’ meno di nicchia.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/coltivare-i-propri-prodotti-in-casa/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*