Arte, Magia, Esoterismo

Arte, Magia, Esoterismo
Arte, Magia, Esoterismo
Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/arte-magia-esoterismo/

Tra magia, scienza ed esoterismo esiste un nesso che possiamo chiamare Arte. Il profilo di ogni conoscenza si iscrive entro i suoi confini e viene perciò naturale porre l’attenzione sulla sua utilità, nell’ideale e nella sua applicazione alla quotidianità.

Si può considerare l’Arte come una sintesi vitale di cui la scienza è derivazione diretta, risultato della sua “speculazione”. Troviamo di importanza vitale parlare di arte in un Paese che ne è patria importante da molti punti di vista, e di una necessità più che attuale, per definire limiti e ruoli di categorie, sia ideali che sociali, ormai in balìa di grandi confusioni da molti punti di vista. Esuliamo da principio l’arte da ogni categoria essendo essa la “madre” delle categorie per così dire, da cui deriva ogni attività umana e distinguiamone in questo contesto due tipi fondamentali. Tramite questi si potrà avere una chiarezza più che sufficiente per definire, anche solo in linea di principio, che cosa sia arte e che cosa no, a cosa serva e che ruolo e determinazione abbia di fatto, e possa essere riconosciuto in una società come la nostra.

Due tipi di arte abbiamo detto, per semplificare. Una di tipo “esteriore”, all’interno della quale faremo certo rientrare la magia, di cui si è accennato. Un’altra, di tipo “interiore” che faremo coincidere con l’esoterismo e in cui faremo certo rientrare l’alchimia, ad esempio, e la gnosi, che tanto sono utili nell’approccio alla conoscenza nella cultura definita “occidentale”. Non ci dilunghiamo qui in troppi riferimenti storici giacchè la storia dal nostro punto di vista non è che principio di una conoscenza in erba che può, come altri contesti, essere preso da punto di partenza per addentrarsi nella vera sapienza. Vi sono, a dire il vero, diverse imprecisioni per quanto riguarda ciò che si esprime di questi punti luminosi della cultura dell’umanità intera, ma si può considerare questo anche come effetto della difficoltà d’espressione che si ha ha nel momento in cui si tenta di esprimere cose delle quali il linguaggio comune non rappresenta un buon ausilio. Ci riserviamo di approfondire in altri momenti queste considerazioni sull’arte, mantenendo qui il legame con l’area di interesse da noi scelta per l’articolo.

Di questa distinzione primaria dell’arte daremo ora una definizione comune a entrambi i tipi, della quale, ci si augura, venga presa in considerazione la “vaghezza” e l’incompletezza, come maggiore potere evocativo, e non come mancanza, alla quale, in ogni caso, potremmo certo ovviare con altre definizioni, differenti, ma convergenti al contempo nel significato.

Definiremo allora l’arte come il Verbo, per mantenere una sfumatura per cosi dire “religiosa” ancora presente nella tradizione, ma se non bastasse diremo semplicemente che è l’espressione del Sè.

Sul significato intrinseco di queste espressioni non ci dilunghiamo qui, confidando certo nei lettori interessati ad assimilarne le immagini più giuste.

Ci riserviamo allora di proseguire queste esposizioni nel caso ne venga percepita l’utilità, e in caso possano essere in qualche modo di aiuto a chi affronta un determinato tipo di ricerca e non riesca più ad orientarsi nei comuni sistemi sociali o culturali che siano, che, ovviamente, data la loro natura ed il loro ruolo, non possono intervenire in queste circostanze.

Reputiamo in ogni caso di grande interesse riportare al centro dell’osservazione determinate tematiche, comprese appunto la scienza o la magia, proprio per estrapolarne la loro essenza, al fine di determinarne ruoli e importanza reali, cosa che, dal nostro punto di vista, avrebbe conseguenze più che ottime anche all’interno dell’ambiente sociale.

Condividi l'Articolo
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://scienzamagia.eu/arte-magia-esoterismo/
Inviami gli Articoli in Email:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*